DANZA DEL VENTRE,
“QUELLO CHE LE DONNE
NON DICONO A VOCE”

LECCO – Lo spettacolo di danza orientale “Donne: dee o streghe?” diretto da Virginia Conti è stato un enorme successo, sala Ticozzi gremita e tutti entusiasti e coinvolti dalla bellezza dello spettacolo culturale.

Attraverso la danza del ventre, la forma più antica di aggregazione, le ballerine hanno dimostrato come le donne unite possono esprimere con il corpo quello che non possono dire a voce. Il tema è stato come la religione condiziona la vita e la cultura delle donne: nascita, ciclo mestruale, l’uso del velo, con profonde riflessioni sulle donne uccise perché considerate streghe, tutt’oggi.

Letture di Franco Defilippi, Musubi Daiko e il gruppo di danze afro di Oumar Senè si sono alternati alle esibizioni di danza del ventre delle allieve dei corsi di Lecco, Olgiate Molgora e Barzanò di Virginia Conti con l’aiuto organizzativo dell’associazione Il Punto, il contributo del Comune e Provincia di Lecco e il patrocinio del Comune di Montevecchia.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Associazioni Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati