DANZA E TEATRO, STENDHART
SI PREPARA AGLI SPETTACOLI
PER LA FINE DEI CORSI

OLGINATE – Dopo nove mesi di duro lavoro, sudore e passione è di nuovo tempo di calcare i palcoscenici della provincia di Lecco per gli allievi dei corsi di danza e teatro di Stendhart. L’associazione oggionese ha inaugurato un mese di giugno ricco di appuntamenti con una maratona di due giorni tutta dedicata alla danza.

Sabato 1 e domenica 2, nella tradizionale cornice del teatro JOLLY di Olginate, i primi a salire sul palco sono stati i gruppi adulti e adolescenti di danza moderna, classica e hip hop in una serata dal titolo Alors on danse, da intendersi come un tributo al mondo della danza a 360 gradi. Anche quest’anno non sono mancate comunque le novità: tra i gruppi che si sono esibiti ci sono stati i ragazzi del progetto musical, un laboratorio lanciato per dare la possibilità agli allievi di assaggiare tutte le discipline del musical, ovvero recitazione danza e anche canto…un progetto che ha avuto un buon successo in termini di partecipazione e che sicuramente verrà proseguito l’anno prossimo. Inoltre durante la serata è stato proiettato il videoclip Elements, progetto multidisciplinare in cui gli allievi hanno sperimentato quattro stili di danza per la realizzazione appunto di un videoclip con la regia dello scrittore e filmmaker locale Mattia Conti.

Domenica pomeriggio è stata la volta dei gruppi dei più piccoli con uno spettacolo dal titolo Ci vuole un fiore – omaggio a Gianni Rodari, dove le esibizioni dei piccoli ballerini si sono alternate alle letture di filastrocche e testi del celebre autore. Infine sono tornati in scena gli adulti per Serata tra donne, una serie di coreografie dedicate all’universo femminile in tutte le sue sfaccettature, seguiti dal gruppo di danza contemporanea che ha proposto il nuovo spettacolo Prima che sia notte sotto la direzione del maestro Piero Bellotto.

Complessivamente in tre giorni si sono alternati sul palco oltre 300 ballerini che hanno ricevuto gli applausi delle 1200 persone presenti. Un’ulteriore soddisfazione per loro e per gli insegnanti Loredana Mazzoleni, Marta Milesi, Elisabetta Saraval, Laura Rio, Andrea Esposito, Arianna Villa, Eleonora Spreafico e Marta Ratti, al termine di un anno che ha portato a Stendhart numerosi premi in occasione dei concorsi di danza disputati.

Sabato 8 giugno gli allievi della scuola saranno in Piazza Manzoni a Galbiate a partire dalle ore 20 per un’esibizione di danza e teatro in occasione della festa 4 lati di cielo, durante la quale sarà possibile assistere in anteprima ad alcuni spezzoni di Esercizi di stile, lo spettacolo di fine anno del gruppo di teatro principianti, ispirato all’omonimo libro dello scrittore francese Raymond Queneau. Prendendo come base il breve racconto sul quale Queneau ha sperimentato novantanove varianti stilistiche, i ragazzi propongono una loro interpretazione originale secondo lo spirito dell’opera.

Questo spettacolo debutterà ufficialmente sabato 15 giugno, in occasione di una due giorni tutta dedicata al teatro, insieme alle rappresentazioni degli allievi degli altri corsi di recitazione adulti, tutti coordinati dall’attore lecchese Nicola Bizzarri. In una lunga serata a partire dalle 20.30 presso il teatro S. Carlo di Sirone il pubblico potrà assistere, oltre al già citato Esercizi di stile, ad altri due spettacoli. Gli allievi del gruppo avanzato daranno vita a Il dottor Giusto – Storia del morbo di K, un docu-spettacolo che racconta in chiave ironica, tra cronaca e fiction, una storia vera avvenuta a Roma durante l’occupazione nazista e le persecuzioni contro gli ebrei. Protagonista fu un medico, Giovanni Borromeo, che inventandosi una malattia, il morbo di K appunto, ingannò i nazisti e salvò la vita a numerosi ebrei. Una storia che meria di essere ricordata e portata in scena, non senza una punta di ironia e le trovate esilaranti che sono il marchio di fabbrica dei testi scritti da Bizzarri.

Infine il gruppo produzioni, composto dagli allievi più esperti, debutterà con Un assurdo caso per il commissario P, un giallo psicologico in cui numerosi personaggi si intrecceranno intorno a situazioni surreali al limite con il teatro dell’assurdo.

Domenica 16 dalle 17.00 spazio infine a una replica del dottor giusto e agli spettacoli dei bimbi e degli adolescenti. Entrambe le giornate saranno ad ingresso libero.

F. R.

Pubblicato in: Cultura, Teatro, Oggiono, Olginate Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati