CHIUSE LE INDAGINI PER FALSO
A CARICO DI MARIELLA RUSSO,
EX CAPO DELLA POLSTRADA

BERGAMO – Chiuse le indagini sull’ex comandante della Polstrada di Lecco Mariella Russo, accusata per falso dalla procura di Bergamo. La dirigente arrivò a Bergamo quale vice questore aggiunto dopo l’esperienza lecchese, lo scorso anno venne promossa vice questore e trasferita a Milano.

Stando a quanto sostenuto dagli inquirenti la Russo fuori dall’esercizio delle sue funzioni si sarebbe resa responsabile della compilazione di un documento falso, intestato alla prefettura e con la richiesta del rilascio di undici certificati del casellario giudiziale. Documenti necessari per controllare i carichi pendenti su alcune aspiranti guardie giurate dell’aeroporto di Bergamo, ma sui quali vi sarebbe stata la firma contraffatta del dirigente responsabile.

Inoltre, nel corso delle indagini la procura perquisì l’ufficio e la residenza della dirigente di polizia, rinvenendo circa 10mila euro e quadri di notevole valore, sollevando iniziali sospette ma senza conseguenze per quanto riguarda l’indagine.

 

DALL’ARCHIVIO

SPUNTANO DIECI CASE INTESTATE ALL’EX CAPO DELLA POLSTRADA DI LECCO MARIELLA RUSSO. INDAGINE A BERGAMO PER FALSO

MARIELLA RUSSO, EX COMANDANTE DELLA POLSTRADA DI LECCO INDAGATA A BERGAMO PER FALSO. IN CASA ANCHE 10 MILA EURO

 

 

Pubblicato in: Città, Nera Tags: , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati