CHIUSURA DI CORSO MATTEOTTI,
PER L’M5S DI LECCO “ERRARE
E’ UMANO, PERSEVERARE E’ PD!”

Dopo la grottesca vicenda del Ponte Vecchio con la sua chiusura, i suoi disagi, fino alla incomprensibile soluzione finale (ivi compresi quegli orribili parapetti, soluzione voluta fortemente solo dal Vice Sindaco Vittorio Campione e dall’Assessore Francesca Rota), l’Amministrazione cittadina sta confezionando un’altra “perla” con la vicenda del rifacimento stradale di Corso Matteotti.

Le “piote”, esistenti da decenni e tuttora in buono stato di salute, sono state rimosse e sostituite con l’asfaltatura. Un intervento discutibile, anche alla luce di altre più urgenti necessità, ma non condannabile di per sé.

Il problema è che questo intervento andava ad incidere su una arteria stradale vitale nel collegamento tra il centro cittadino ed i quartieri alti della città. Una strada ancora più vitale alla luce della collocazione di buona parte delle Scuole Superiori lecchesi. Molti studenti, infatti, approdano in città dai comuni limitrofi, con baricentro la Stazione, e, per raggiungere le loro scuole, percorrono proprio Corso Matteotti.

“Nessuna preoccupazione e disagi limitati ad un periodo di scuole chiuse”, annunciava pomposamente l’Assessore Rota lo scorso inizio di agosto, nel dare il via ai lavori. “Le opere saranno ultimate entro l’inizio dell’anno scolastico” (metà settembre).  Poi, sempre a detta dello stesso Assessore, ci si è messo il tempo, particolarmente maligno con l’Amministrazione, ed infine quei “burocrati” di RFI. Risultato l’apertura di metà settembre è slittata a metà ottobre ed ora, forse, a metà novembre. Un ritardo di due mesi su lavori che erano previsti in un mese e mezzo.

Complimenti!! La città ed i cittadini che sopportano i disagi sentitamente ringraziano.
La nostra opinione è diversa: dopo i flop sull’edilizia scolastica, da noi prontamente denunciati,  anche in questo intervento la capacità programmatoria (decisamente non un punto forte di Assessore ed Uffici) del Comune è venuta a galla evidenziando approssimazione e sottovalutazione delle problematiche.

Un’altra considerazione di conseguenza si impone: Perché spendere tutte queste risorse creando tanti disagi, per sostituire le “piote” di Corso Matteotti? Non era forse meglio dare priorità alla sistemazione delle centinaia di buche e sconnessioni che in tante parti della Città hanno trasformato le strade ed i marciapiedi di Lecco in autentici percorsi di guerra? Certo l’ordinaria manutenzione ha una visibilità mediatica inferiore, ma è certamente più utile agli interessi dei lecchesi.

Il Movimento 5 Stelle si attiverà nel richiedere ai cittadini lecchesi di realizzare ognuno un report fotografico delle strade e dei marciapiedi limitrofi alla propria abitazione da inviarci; ne realizzeremo un poster che provvederemo a regalare, al termine della sua attività amministrativa, all’Assessore Rota, ad imperitura memoria di come non si governa una Città.

Gruppo Stampa Movimento Lecco 5 Stelle

 

 

 

Pubblicato in: Lettere a LeccoNews, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati