PDL CONTRO L’IRPEF DI LECCO.
IN ARRIVO CENTO MANIFESTI

pdl lecco irpefLECCO – Il Pdl di Lecco si schiera contro l’aumento dell’Irpef. “È stato deciso un aumento tra i 500mila e i 600mila euro rispetto agli anni precedenti – spiega il capogruppo Filippo Boscagli –. La giunta sta aumentano le tasse, però in campagna elettorale dicevano che le avrebbero tolte”. Il consigliere, insieme alla collega Angela Fortino, contesta anche il metodo dell’aumento lamentando che “si sarebbe dovuto venire incontro alle famiglie, ma al posto di aiutarle si è agito solamente cambiando le aliquote in modo da raccogliere più soldi”.

filippo boscagliIl gruppo consigliare indica di aver saputo dell’aumento solo nelle ultime settimana. “Prima lo abbiamo appreso dalla stampa – continua Boscagli –, in commissione è arrivato solamente due settimane fa e lunedì scorso è stato approvato”. Antonio Pasquini ricorda che l’Amministrazione “avrebbe dovuto sistemare piazza Affari o il Bione, ma finora le situazioni in quei luoghi sono immutati, aumentando però la tassa solo per far quadrare il bilancio.

Intanto il tasso di disoccupazione a Lecco è aumentato fino al 6,9%, quando cinque anni fa era pari al 3,2%”. “Inoltre – continua – non riusciremo a Pasquini Antonioapprovare il Pgt-Piano di governo del territorio entro quest’anno. È una cosa scandalosa, solo 200 comuni in Lombardia non l’hanno approvato”.

Il gruppo consigliare ha quindi fatto stampare un centinaio di manifesti che verranno affissi in tutto il capoluogo con la scritta “Non è vero che il Comune di Lecco non fa nulla, aumenta le tasse: Irpef e tariffe servizi”. “I manifesti sono stati pagati da noi – spiega Boscagli – ci siamo autotassati, non abbiamo usati fondi pubblici”.

 

 

Pubblicato in: Città, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati