LA LETTERA: NAVA VS VIRZI’,
“INTIMIDAZIONE CENSORIA,
QUERELI ANCHE IL MANZONI”

LECCO – Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di una nostra lettrice che critica l’ipotesi di denuncia del presidente della provincia Daniele Nava nei confronti del regista Paolo Virzì. Ecco il testo della e-mail appena ricevuta da LeccoNews:
.

Suggerisco al presidente Nava di querelare anche il Manzoni‏‏

Gentile Direttore,

circola in questi giorni una notizia che mi ha causato parecchio imbarazzo, secondo la quale Daniele Nava starebbe valutando di querelare il regista Virzi’. 

Tralasciando per un momento la gravità di quella che è una vera e propria “intimidazione censoria” (ma allo stesso tempo una grande trovata pubblicitaria per il nostro presidente che nelle ultime settimane sembra amare parecchio le prime pagine dei giornali) avrei un piccolo suggerimento per Nava: allora che si quereli anche il Manzoni!

Che immagine di Lecco danno I Promessi Sposi, con tutti quei fuorilegge, tirapiedi, potenti sopraffattori, avvocati corrotti,preti codardi e ignoranti contadinotti?

Per dirla con le parole di un certo Leonardo Sciascia il capolavoro del Manzoni è davvero « un disperato ritratto delle cose d’Italia: l’Italia delle grida, l’Italia dei padri provinciali e dei conte-zio, l’Italia dei Ferrer italiani dal doppio linguaggio, l’Italia della mafia, degli azzeccagarbugli, degli sbirri che portan rispetto ai prepotenti, delle coscienze che facilmente si acquietano…».

“In quel ramo del lago di Como” forse bisognerebbe imparare a riflettere prima di aprire bocca….

La ringrazio per l’attenzione,

Lucia Monella

………………………………………………………………………………..
LA NOTIZIA DI OGGI:

 

Pubblicato in: Cultura, Lettere a LeccoNews, Città, Hinterland

Condividi questo articolo

Articoli recenti