LA LETTERA/OSPEDALE ‘BLINDATO’, PIU’ SICUREZZA. E I COSTI? BOH…

Squilli di trombe, araldi ed ecco che in pompa magna dall’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco giunge la novità dell’anno: ospedale chiuso di notte e nuove misure di scurezza. Immagino l’espressione soddisfatta del mediatico Presidentissimo Lovisari che in maniera puntuale, tra una battuta e l’altra, snocciola i nuovi importanti provvedimenti.

Bene alla chiusura notturna anche se, a scanso di equivochi, personalmente metterei anche l’alta tensione… Più di una perplessità sulla figura della guardia non armata che girerà per la struttura e anche per i super portinai… Le telecamera infine sono la ciliegina sulla torta, la conferma della realtà differita e la convinzione che bastino come deterrente quando in realtà sono utili (forse) a capire chi ha lanciato il sasso e non certo ad evitare che il sasso compia la sua traiettoria.

Tanto rumore per nulla anche perchè rimane la convinzione che con questi provvedimenti spot in realtà non si risolvano i veri problemi della sicurezza nelle strutture ospedaliere. Mi spiego meglio: alzi la mano chi sa che all’interno del Manzoni è attivo un ufficio di Polizia? A queso punto, anzichè inventare nuove mediatiche soluzioni perchè non allargarne la fascia oraria?

Inoltre, e spesso questo aspetto viene trascurato, nelle corsie degli ospedali capita purtroppo che avvengano dei piccoli furti e forse sensibilizzando i pazienti nel non portare con sè oggetti di valore potrebbero essere scongiurati. Rimango infine stupito della trascuratezza e della leggerezza con cui non si riporta l’ammontare dei costi.. Sarò impopolare ma ben prima delle richieste di sicurezza vengono quelle di trasparenza!

lettera firmata

 

 

Pubblicato in: Lettere a LeccoNews, Città

Condividi questo articolo

Articoli recenti