20ENNE DI CALOLZIO ACCUSATO
DI STUPRO SU UNA MINORENNE: PERIZIA PSICHIATRICA

LECCO – L’accusa è gravissima: stupro nei confronti di una ragazzina, all’epoca dei fatti appena tredicenne. Imputato un ventenne di Calolziocorte che rischia una condanna pesante; per questo il suo legale ha chiesto il rito abbreviato davanti al giudice dell’udienza preliminare, condizionato alla perizia psichiatrica sul suo assistito.L’avvocato sostiene infatti che il ragazzo sia affetto da un grave ritardo cognitivo che lo renderebbe incapace di intendere e volere, fatto che dovrà essere valutato dal perito nominato oggi dal giudice Paolo Salvatore.

I fatti: nel 2013 il calolziese, poco più che maggiorenne, conosce l’adolescente su un social network, poi i due si incontrano di persona. In uno degli appuntamenti l’imputato avrebbe attirato in una zona appartatata vicino al centro commerciale Meridiana, finendo per violentarla. La ragazzina avrebbe raccontato tutto ai suoi genitori che hanno denunciato il ragazzo, costituendosi parte civile.
Pubblicato in: Giovani, Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati