A LECCO GLI ASILI NIDO PIÙ CARI D’ITALIA. BRIVIO. “QUALITÀ ALTA”

asilo-nidoLECCO – Lecco è il capoluogo di provincia dove gli asili nido costano di più. Per iscrivere un bambino a una struttura comunale si spendono fino a 515 euro, la più cifra più alta in Italia. Mediamente il costo è pari a 309 euro al mese (3.100 euro l’anno), in pratica il 12% delle spese familiari.

“Innanzitutto la qualità degli asili nido è alta – afferma Virginio Brivio, sindaco di Lecco – e il costo è diminuito rispetto agli scorsi anni. Inoltre è una cifra media e va contestualizzata, comunque di questo parleremo nei prossimi giorni”.

I più costosi sono al Nord (380 euro) seguiti dal Centro (322) e infine dal Sud (219). La regione più economica è la Calabria (139), la più costosa la Valle D’Aosta (432). Fra le province il primato dei costi più alti spetta appunto a Lecco, mentre Vibo Valentia è la più economica (120).

Tutto questo emerge da un’indagine dell’Osservatorio nazionale prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva che ha confrontato i costi dei nidi di tutta Italia. Se le tariffe restano sostanzialmente invariate a livello nazionale, erano in media di 302 euro nel 2011, è ancora elevato il numero di bimbi in attesa di un posto nel nido comunale: uno su tre resta fuori, con punte del 71% in Basilicata e del 65% nel Lazio.

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati