AGGREDISCONO E SFILANO I SOLDI
RAPINATORI COLTI SUL FATTO.
FONDAMENTALI LE TELECAMERE

espinola merceds coppia ladri poliziaLECCO – Sono stati arrestati in flagranza di reato dagli agenti della Questura di Lecco i due malviventi sospettati di furti in diverse città del nord Italia. Loro vittime soprattutto anziani, aggrediti e velocemente “spogliati” dei loro averi. Ad incastrarli l’automobile, riconosciuta dal sistema di sorveglianza cittadino e segnalata alle autorità.

E’ stato il “grande fratello” da poco attivato lungo il perimetro della città a leggere la targa sospetta della Citroen dei due ladri, E.V.T.M., classe 1940, e B.E.C., classe 1955, cileni senza fissa dimora, e ad allertare gli agenti di polizia.

espinola merceds coppia ladri polizia compliceIgnari di essere sorvegliati, i due hanno individuato in un ottantenne la loro vittima, lo hanno osservato entrare in una banca del centro e prelevare del denaro contante, e poi seguito sino ad un luogo consono all’agguato. Dopo averlo astutamente imbrattato con del liquido la donna si è offerta di aiutarlo a ripulirsi, riuscendo in questo modo a sfilargli dalle tasche il denaro.

Appostati vi erano però i poliziotti che hanno così incastrato i due sudamericani: la donna aveva con sé 1.000 euro prelevati dall’ignaro pensionato con tanto di ricevuta, l’uomo altro denaro del quale si sta cercando al provenienza. La coppia è stata arrestata per furto aggravato, sia per l’età della vittima, sia per l’uso di un liquido maleodorante e il pedinamento. Vi è inoltre la possibilità che i due siano responsabili anche di altre rapine avvenute con la medesima tecnica.

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati