ALPINISMO LECCHESE: UN ANNO
SENZA “BUTCH” ANGHILERI

BUTCH 1 ANNO PAG GIORNOLECCO – Lo ricorda oggi con una intera pagina dedicata il quotidiano “Il Giorno” nella sua edizione di Lecco-Como: è passato un anno dalla tragedia sul Pilone centrale del Freney (sul Monte Bianco) che ha portato via in pochi istanti un alfiere dell’alpinismo locale come Marco “Butch” Anghileri dei Gamma di Lecco.

Nell’ampio lavoro di Federico Magni, viene descritto l’ambizioso progetto dello scalatore lecchese: la prima conquista della mitica  “Jori Bardill” da solo e in invernale.

Come viene ricordato sul ‘Giorno‘, Anghileri “è volato via a pochi metri dal successo, quando probabilmente stava ancora scalando sugli ultimissimi tiri della Chandelle”. Il padre Aldino – a sua volta notissimo uomo di montagna – lo attendeva a Chamonix, ma il corpo di Anghileri venne recuperato il 17 marzo alla base del Pilone.

Aveva 41 anni; ha lasciato moglie e due figli; il funerale nella Basilica di San Nicolò a Lecco ha segnato una pagina triste e dolorosa per l’alpinismo di Lecco e non solo.

http://lecconews.news/wp/wp-content/uploads/2014/03/FUNERALI-BUTCH-9.jpg

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Montagna, Città, Ballabio, Valsassina, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati