AMBIENTE/VENTURINI ALLA CARICA
PER L’IMMONDIZIA ABBANDONATA.
È PRASSI NON SOLO IN CENTRO

ezio venturiniLECCO – È tornato in strada l’assessore Ezio Venturini per osservare l’inciviltà dei lecchesi e multare i responsabili dell’abbandono di decine di sacchi dell’immondizia. Situazione critica che non riguarda solo viale Turati e Castello, di cui si è già ampiamente discusso.

Avvisi e richiami sono stati tanti, e in tutta la città, fa notare l’assessore all’Ambiente, è quindi giunto il momento di passare ai fatti. La perlustrazione di Venturini, insieme agli agenti di polizia locale e ai tecnici di Silea, ha interessato questa volta i rioni di Maggianico e Sant’Ambrogio, ed è stata registrata la presenza in strada di molti sacchi della spazzatura, nonostante non fosse l’orario, ma nemmeno la giornata, della raccolta.

L’assessore racconta di aver più volte seguito sin dalle primo luci del mattino il lavoro di Econord, la società incaricata del ritiro dell’immondizia in città, senza rilevare mancanze. La responsabilità dei sacchi abbandonati per le strade è perciò tutta dei cittadini lecchesi.

Un giro di vite quello imposto dall’Amministrazione che vuol innanzitutto garantire il decoro urbano, ma che insiste anche sulla buona pratica della raccolta differenziata, altro aspetto che, analizzando l’immondizia raccolta, pare continui ad esse preso sottogamba dai lecchesi. E se la situazione non migliorasse ciò che attende la città è un salato aumento delle tariffe per lo smaltimento.

 

 

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati