ANCHE L’OLGINATESE FA 2-2.
MA IN TRASFERTA A CREMA

pergolettese-olginatese-2-2-640x360LECCO – Pari 2-2 per il Lecco, stesso risultato per i bianconeri di Olginate. Questa volta perù il pareggio (il quarto consecutivo) è un bicchiere mezzo pieno. I motivi sono tanti. Prima di tutto la caratura dell’avversario. Vero è che l’Olginatese a Crema ha già vinto nella sua storia, ma la Pergolettese è sempre e comunque una nobile che sulla carta parte favorita. Poi è stata la prima volta di Fabio “Gatto” Corti come allenatore e le sue scelte alla fine sono state decisive. Inoltre la squadra ha dato importanti segni di vita: è andata sotto, si è fatta male da sola, ma ha sempre reagito con personalità andando a strappare un 2-2 in una gara in cui se si sommano le occasioni, il pari è pure stretto. Ma di questi tempi, va bene tutto. L’importante è non perdere.

La prima occasione arriva al 5′ con Greco (nettamente il migliore in campo per distacco) che calcia una punizione insidiosa dritta in porta, Montaperto smanaccia come può, ma nessuno dei bianconeri è lesto nel girare la ribattuta in rete. La Pergolettese appena si fa vedere in attaccco, passa. Tacchinardi porta palla centralmente, trova il varco nella retroguardia bianconera, serve Lorenzi che si gira e calcia in rete: 1-0. Greco suona la carica al 12′ ancora su punizione. E’ uno schema che permette a Laribi di girare in porta di testa, ma la sua inzuccata è alta. Ancora Tacchinardi si rende pericoloso per i padroni di casa al 14′ con una conclusione da fuori area, ma la mira non è buona. Il nuovo attaccante olginatese, Rossi, ha una buona occasione al 21′, ma la sua girata sotto porta è fuori misura. Il pari arriva al 30′. Punizione capolavoro di Greco che supera la barriera e batte il portiere di casa: 1-1. I bianconeri ci prendono gusto e al 37′ una splendida azione porta Laribi alla battuta, ma un difensore si immola con il corpo a respingere un gol già fatto. E al 44′ c’è ancora spazio per un’altro tiro da fermo di Greco che sorvola la traversa.

La ripresa non potrebbe incominciare in modo peggiore. E’ il 2′ quando Bono disimpegna male su Sordi che prova il controllo difficile, ma serve Martinelli che calcia sul palo, sulla ribattuta arriva ancora Lorenzi che deposita in rete: 2-1. Al 14′ il Pergo rimane in dieci per l’espulsione per doppia ammonizione (la prima proteste, la seconda un fallaccio su Rossi) del proprio capitano Scietti. I padroni di casa sono in bambola e sfiorano l’autogol con un colpo di testa di un difensore su cui Montaperto si tuffa mandando sulla traversa e poi di nuovo in campo. Un minuto dopo Rossi ci prova di testa, ma la conclusione esce di poco. Ancora Rossi al 25′ protagonista con una conclusione che finisce alta. Il Pergo si rifà vedere al 44′ con una tiro da fuori area di Tacchinardi, di poco fuori misura. E al terzo minuto di recupero arriva il gol di Merlo (subentrato a un ottimo Bianchimano) che in mischia dopo calcio d’angolo appoggia in rete: 2-2.

Quarto pareggio consecutivo e quarto punto per l’Olginatese che segna per la prima volta in campionato e  in settimana conoscerà il nome del suo nuovo allenatore. Per intanto complimenti a Gatto Corti!

PERGOCREMA-OLGINATESE 2-2
MARCATORI: 8′ pt e 2′ st Lorenzi (P), 30′ pt Greco (O), 47′ st Merlo (O).

PERGOCREMA: Montaperto, Arpini, Maggi, Manzoni, Scietti, Patrini, Martinelli, Tacchinardi, Lorenzi (dal 43′ st Bigotto), Sangiovanni (dal 15′ st Brunetti), Rossi (dal 28′ st Flaccadori). All. Venturato.

OLGINATESE: Sordi, Corti, Menegazzo, Mara (dal 28′ st Cabrini), Cattaneo, Ronchetti, Laribi, Bono (dal 21′ st Farina), Rossi, Greco, Bianchimano (dal 9′ st Merlo). All. Corti.

ARBITRO: Battistelli di L’Aquila.

AMMONITI: Manzoni, Scietti, Patrini, Martinelli (P), Greco e Laribi (O).

ESPULSO: 14′ st Scietti (P) per doppia ammonizione.

 

 

 

Pubblicato in: Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati