APPELLO PER LECCO/RIUNIONE
PER PREPARARE LA LISTA

appello per leccoLECCO – Definire la lista e sottolineare ancora una volta l’appoggio al candidato sindaco Virginio Brivio. Sabato 21 marzo nella sede di Appello per Lecco sì è tenuta una riunione operativa.

A prendere per primo la parola il portavoce Corrado Valsecchi che con i suoi ha parlato di passato, presente e futuro:”Lo Stato in questi anni ci ha massacrato – ha ricordato –, non mi si venga a dire che Negrini o Bodega hanno la bacchetta magica, anche loro avrebbero avuto le stesse difficoltà di Brivio a governare e anche io. Oggi serve un gran lavoro di riordino della macchina organizzativa. Una delle priorità del sindaco è la partecipazione dei privati e noi siamo dei campioni in questo e l’abbiamo dimostrato con l’isola viscontea e con altre iniziative. Bisogna che i privati ricomincino ad avere fiducia. La nostra scelta è semplice: stiamo con Brivio e cerchiamo di essere determinanti in questa amministrazione. In questa quadro frastagliato con 5 candidati è probabile che si andrà al ballottaggio. Vedremo come si comporteranno i cittadini di Lecco perché ballottaggio sarà fatto di strane alleanze e non mi riferisco alla nostra con la sinistra che non so se faremo che comunque sarà lineare e coerente. Se si faranno delle alleanze nel centro destra si ritorna all’era Faggi che ci ha indotto a creare il nostro gruppo”.

Sui nomi, Valsecchi ha fatto alcune anticipazioni; esclusi Michele Tavola e Alberto Invernizzi (“che hanno inoltrato entrambi la convinta adesione anche in futuro ad ‘Appello’ e saranno al nostro fianco in campagna elettorale”) ecco certamente in lista il presidente dell’associazione e primario all’ospedale Manzoni Rinaldo Zanini, l’avvocato Anna Maria Riva già presidente di Appello per Lecco, lo stesso Corrado Valsecchi – stavolta in campo direttamente dato che non esisterebbero più incompatibilità in questo senso; e ancora il laureato in giurisprudenza Francesco Perego (portavoce del gruppo giovani di Appello per Lecco) e Giorgio Gualzetti, capogruppo uscente in consiglio comunale per questa lista.

appello per leccoDopo gli applausi ricevuti dai presenti è toccato a Brivio dire la sua:”Penso che la partita che la città ha di fronte sia una partita molto più difficile rispetto a 5 anni fa. Sono certo che sia necessario essere più incisivi e fare un passo oltre ricercando le ragioni che non ci hanno consentito di centrare degli obiettivi. Alcune sono sotto la responsabilità politica del sindaco, della giunta e del consiglio comunale”.

L’attuale primo cittadino guarda avanti, tracciando le linee guida:”Servono in futuro alcuni sostanziali cambi di passo a cominciare da un rapporto più intenso con il privato a più livelli non solo con il mondo associativo, ma anche con quello legato alla cultura, alle opere pubbliche e al settore dei beni comuni. Un’altra partita importante è quella relativa alla gestione del centro sportivo Al Bione, credo serva una gara d’appalto non solo per la gestione del centro ma che intervenga anche a livello strutturale. Un’altra strada da battere è quella dell’inserimento di persone che possano cercare fondi europei o di fondazione come la Cariplo per partecipare ai bandi e dare nuove opportunità alla città e dobbiamo farlo facendo squadra con gli attori del territorio, penso al Politecnico per esempio. Lecco si deve aprire con delle azioni su Lecco città dei servizi e Lecco città del turismo e sotto questo scenario il piano di governo del territorio ha delle potenzialità enormi che possono essere sfruttate. Un’altra sfida che ci attende è legata alla relazione con le altre amministrazioni. E in ultimo dobbiamo rimotivare la gente alla passione per la cosa pubblica, e non mi riferisco solo al voto”.

Tra i buoni propositi elencati dal sindaco Virginio Brivio c’è l’annuncio dell’introduzione di un codice etico che verrà proposto a tutti i consiglieri.

E. P.

 

 

Pubblicato in: Elezioni, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati