APRE UN CONTO CON LE IDENTITÀ
DI DANIELE NAVA E DARIO PESENTI.
NE RISPONDERÀ IN TRIBUNALE

daniele-nava_4LECCO – Ha aperto un conto corrente a nome Daniele Nava e uno a nome Dario Pesenti, entrambi a loro insaputa. Dario Biancospino, 50enne napoletano, deve ora rispondere di sostituzione di persona e tentata truffa davanti al giudice Chiara Arrighi del Palazzo di giustizia di Lecco. L’accusato avrebbe anche staccato un assegno da 8mila euro, senza che poi venisse incassato.

L’episodio risale a sei anni fa. Biancospino, racconta Il Giorno, dovrà spiegare in che modo è entrato in possesso dei dati relativi a carta d’identità, codice fiscale e denuncia dei redditi del 2009, utilizzati per aprire un conto corrente in un istituto di credito di Napoli.

Le vittime del raggiro sono Daniele Nava, oggi sottosegretario regionale e prima vicesindaco di Lecco, e Dario Pesenti, già assessore a Palazzo Bovara e difensore civico in Provincia. I due si sarebbero accorti immediatamente dell’anomalia denunciando tutto ai carabinieri del capoluogo. Le indagini hanno permesso di risalire al Biancospino, ma ci sarebbe anche un complice tuttora irreperibile. L’avvocato dei due politici di area centrodestra presenterà anche la richiesta di risarcimento danni.

 

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati