ARTE E MALATTIE INFETTIVE:
BINOMIO POSSIBILE AL “MANZONI”

DMI CORRIDOIOLECCO – Sono state recentemente allestite, presso la Struttura di Malattie Infettive dell’Ospedale Manzoni, alcune opere artistiche del lecchese Arturo Rossato, donate dalla famiglia di quest’ultimo.

Le particolari cornici che racchiudono i quadri sono state dipinte dai pazienti del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Ospedaliera, coordinati dalla pittrice lecchese Luisa Rota Sperti.

DMI2Opere dei pazienti del DSM aziendale, presenti presso la Struttura diretta da Paolo Bonfanti, non sono le sole predisposte nei locali del nosocomio di Via dell’Eremo: quadri e installazioni realizzati dagli ospiti della Struttura di Psichiatria dell’Azienda arredano, già da diverso tempo, anche gli spazi delle Strutture di Oncologia e Anestesia-Rianimazione del nosocomio lecchese.

DMI1“I reparti degli Ospedali – spiega il primario di Malattie Infettive – sono normalmente percepiti come luoghi di sofferenza, malattia e dolore. Eppure siamo convinti che la vita può essere positiva anche in un Ospedale, con una imprevedibile affermazione di bellezza dentro le pieghe di ciò che appare tutto l’opposto”.

“I quadri esposti – continua Paolo Bonfanti – contribuiscono sorprendentemente, con la loro straordinaria unicità, a rendere l’Ospedale un luogo a misura d’uomo, un luogo in cui la sofferenza non è l’ultima parola sull’esistenza di chi soffre”.

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti