BIONE, C’ERA GIÀ UN’INCHIESTA?
DUE DIRIGENTI COMUNALI
NEL MIRINO DELLA PROCURA

giovanna esposito-maria lombardiLECCO – Due dirigenti comunali sarebbero indagati per omissione d’atti d’ufficio e interruzione di pubblico servizio, relativamente alla vicenda del centro sportivo del Bione che rischia di chiudere i battenti. Lo scrive Andrea Morleo nell’edizione odierna de Il Giorno.

Si tratterebbe di Giovanna Esposito (a sinistra nella foto) e Maria Lombardi (a destra), in pensione dal 30 agosto la prima e la sua sostituta alla direzione del settore 4 (sport, cultura e tempo libero) la seconda, salvo lasciare Lecco poco dopo. L’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Nicola Preteroti e portata avanti dalla Polizia Locale, ha preso avvio circa un mese fa, dopo che il comandante della Locale, Franco Morizio, aveva ricevuto una mail da un dipendente di Palazzo Bovara che raccontava nei dettagli tutta la vicenda del centro sportivo.

> CONTINUA A LEGGERE su
il giorno quotidiano logo

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati