CADUTI DAL MOTORINO RUBATO.
UNO RICOVERATO IN FIN DI VITA
L’ALTRO ILLESO MA CONDANNATO

incidente moto piazza diaz 3LECCO – Uno processato per direttissima e condannato a firmare per tre volte alla settimana dai carabinieri in attesa di risarcire i danni causati. L’altro denunciato a piede libero per furto ma solo perché ricoverato in fin di vita su un letto del reparto di Rianimazione dell’ospedale di Lecco e quindi impossibilitato a presentarsi in tribunale.

Lo rivela Il Giorno parlando dei due protagonisti della caduta in moto davanti alla stazione di Lecco, poco dopo aver rubato lo scooter sul quale viaggiavano.

Entrambi 25enni, di nazionalità marocchina, sul piano penale i due devono rispondere di furto aggravato, reato per il quale il ragazzo illeso aveva precedenti specifici. All’amico è andata anche peggio perché oltre ai problemi con la giustizia, ora rischia anche la vita: è infatti ricoverato nel Reparto di Rianimazione e la sua prognosi è riservata.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati