CALCIO CSI: LA POL. SAN VITO
DI CIVATE SI ARRENDE
AI QUARTI DI FINALE REGIONALI

san vito 2FLERO (BS) – Oggi pomeriggio, a Flero – centro di 8.000 abitanti alle porte di Brescia che ha dato i natali ad Andrea Pirlo – hanno avuto luogo i quarti di finale dei playoff regionali del CSI, categoria Open a 7 giocatori. Ad affrontarsi, da una parte, l’A.S.D. Pol. San Vito di Civate e, dall’altra, il San Eusebio, squadra proveniente dalla provincia di Varese. Il risultato è stato di quelli pesanti, che lascia pochi alibi: i civatesi infatti sono usciti sconfitti con il risultato di 6-1. Nonostante il punteggio impietoso, nel disastroso pomeriggio bresciano un dato positivo c’è: il San Vito è comunque tra le migliori 8 squadre della Lombardia. Un traguardo straordinario, se si pensa che, nel giro di pochi anni, i giallorossi sono passati da squadra materasso a squadra da battere in campionato. Infatti i ragazzi allenati da Domenico Castagna e Alessandro Nava, dopo essere arrivati quarti nel 2012, sono stati campioni provinciali nel 2013, mentre in questa stagione hanno vinto il girone Eccellenza e sono arrivati terzi ai playoff provinciali.

10456425_10204256136469354_6932662108560671296_n
Avendo vinto il campionato, i civatesi sono passati alla prima fase regionale, dove 18 formazioni si sono affrontate in 6 gironi da 3 squadre ciascuno. A questa prima fase vi accedevano due squadre per comitato: per Lecco, oltre al San Vito, c’era la GSO Rogoredo di Casatenovo. I giallorossi, dopo aver battuto 6-5 in casa i comaschi del G.S. Garzeno, hanno perso 3-2 contro i valtellinesi del Rapid Paniga a Traona (SO), chiudendo al secondo posto del girone e qualificandosi alla fase successiva (i quarti di finale) come migliore seconda. Meno fortunati i casatesi, i quali si sono fermati subito al primo turno.

10444721_10204256138869414_8357740082987211135_nTornando ad oggi, il risultato è stato fedele specchio della partita: i varesini si sono dimostrati molto più forti dei civatesi, sia tecnicamente che atleticamente. La bravura degli avversari, unita al gran caldo, hanno messo subito in difficoltà i giallorossi, i quali hanno subìto il primo goal già dopo 5 minuti. Poi altri 3 goal dei varesini, prima che Andrea Avagnina segnasse l’unica rete del San Vito. Le squadre sono andate quindi negli spogliatoi per l’intervallo col risultato di 4-1. Nel secondo tempo altri due goal del San Eusebio hanno fissato l’impietoso punteggio finale di 6-1.

10492067_10204256134269299_6311487279657931602_n“Non so se loro fossero la squadra più forte, ma di sicuro sono stati i migliori che abbiamo incontrato fin qui. Il rammarico per il risultato negativo ovviamente c’è, ma d’altro canto c’è anche la soddisfazione per essere arrivati a questo punto, segnando un traguardo storico nella storia del San Vito” racconta Domenico Castagna, allenatore dei giallorossi. “Sono veramente felice di allenare questo gruppo molto unito: soprattutto negli ultimi anni le gioie sportive sono state di gran lunga superiori alle delusioni come quella di oggi. Ora la stagione è definitivamente conclusa, ci ritroveremo a settembre per iniziare una nuova annata, durante la quale speriamo di replicare i successi ottenuti quest’anno e magari di fare ancora meglio, sempre con lo stesso spirito che ci ha contraddistini in queste stagioni“.

Michele Castelnovo

 

 

Pubblicato in: Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati