CALCIO: DERBY COL SONDRIO
PER IL LECCO, OLGINATESE
IN NOTTURNA A SESTO

Lecco Montichiari Gol CapognaLECCO – Il Lecco vuole fare tre su tre. Domenica pomeriggio (alle 14.30), vuole vincere il derby con il Sondrio per tornare a fare paura alle due formazioni che stanno ammazzando il campionato. Con nove punti in tre partite i blucelesti tornerebbero alla carica dopo il periodo buio, dove hanno totalizzato tre sconfitte consecutive. Dopo la vittoria tennistica (6-0) sul campo dell’Inveruno il morale dei ragazzi di Rocco Cotroneo si è alzato notevolmente. “Abbiamo vinto una partita molto difficile, ma ora ne dobbiamo affrontare un’altra che non è per nulla facile – afferma il tecnico –. Il Sondrio sta facendo molto bene, si trova in alta classifica. Solitamente le formazioni che salgono dall’Eccellenza partono forte, poi piano piano il rendimento cala un po’. Non accade così per i valtellinesi”.

Il Sondrio infatti si trova al quinto posto con 36 punti, tre in meno rispetto al Lecco. E il sogno dei biancoazzurri è quello di fare uno scherzo ai blucelesti. Il Rigamonti-Ceppi, per altro, saluterà una bandiera lecchese degli anni ’90 e duemila, Alberto “Bebeto” Bertolini, ex attaccante sulle rive orientali del Lario, ora allenatore dei valtellinesi. Per fare suo il derby Cotroneo avrà a disposizione la rosa al completo.

La probabile formazione (4-2-3-1): Pellegrinelli; Di Stefano, Redaelli, Tignonsini, Bugno; Baldo, Vignali; Cardinio, Di Gioia, Buonocunto; Capogna.

 

Alberto Corti Olginatese 02OLGINATE – Mancano alcuni pezzi di novanta, ma l’Olginatese, in notturna, cerca punti con la Pro Sesto. Domenica, alle 20.30, i bianconeri saranno di scena al Breda per una sfida importante ai fini della classifica. Ma mister Fabio Corti non ha a disposizione alcuni titolari. “Ci mancheranno Rossi e Ronchetti, con problemi muscolari, mentre Greco ha l’influenza, non sappiamo se riusciamo a recuperarlo” sottolinea l’allenatore. In più Davide Cattaneo ha appeso le scarpe al chiodo. Al suo posto è stato preso Fabio Sangiorgio, difensore centrale di 19 anni, dalla Berretti del Monza. “È molto giovane, conto che ora si impegnerà al massimo per cercare di guadagnarsi un posto da titolare e fare bella figura”.

Probabilmente scenderà in campo dal primo minuto. Se Greco infatti non dovesse recuperare Bono prenderebbe il suo posto in mediana e Sangiorgio farà coppia con Mara. Nel caso in cui Greco riuscisse a entrare nell’undici titolare Bono verrebbe schierato in centro alla difesa, guidandola con la sua esperienza.

“I milanesi giocheranno con un’unica punta, Castagna – spiega Corti –, che verrebbe marcato da Mara”. Il match si giocherà di sera, con un’atmosfera di categoria superiore. “Sarà bello per i ragazzi, che hanno comunque un morale alto visto che stiamo giocando bene e abbiamo messo in difficoltà le due formazioni capolista, conquistando anche tre punti”. A 25 punti i bianconeri devono vincere per forza. La Pro Sesto si trova a 32 e cerca un posto nei playoff.

La probabile formazione (4-2-3-1): Sordi; Corti, Mara, Bono, Menegazzo; Arioli, Greco; Beccalli, Di Fiore, Laribi; Mazzini.

 

Pubblicato in: Sport, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti