CALOLZIO, ADDIO A ACEL?
UN PERITO STIMERÀ IL VALORE
DELLE QUOTE DEL COMUNE

consiglio calolzioCALOLZIOCORTE – Il Comune di Calolzio sta muovendo i primi passi verso l’alienazione della partecipazione in Acel Service? Come scrive Vladimiro Dozio per Il Giorno, i calolziesi potrebbero incassare circa 2 milioni di euro dal 4,5% detenuto delle quote, rinunciando al dividendo annuale di 200mila euro e sembrerebbe infatti che l’intenzione della giunta guidata da Cesare Valsecchi sia di procedere su questa strada.

Il consiglio comunale ha infatti dato l’incarico alla società Ausm spa di individuare un professionista che possa stabilire il valore che ha Acel Service e di conseguenza il valore della partecipazione di Calolzio, così da capire quanto incasserebbe di preciso l’amministrazione. Scettiche le minoranze, tra cui il leghista Marco Ghezzi che si è detto favorevole alla valutazione ma che sostiene che l’alienazione debba essere valutata in un secondo momento.

 

 

 

Pubblicato in: politica, Calolziocorte, Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati