CALOLZIO: INIZIA DAL LAVELLO
L’ATTIVITÀ DEI VOLONTARI
DELLA PROTEZIONE CIVILE

calolzio protezione civileCALOLZIOCORTE – Il neonato gruppo della protezione civile di Calolziocorte ha effettuato nella mattinata di sabato 28 marzo il suo primo intervento di cura e salvaguardia del territorio. Il gruppo è intervenuto nella zona della località Lavello più vicina al ponte di Olginate e a seguire fino all’edificio del monastero, dove, purtroppo, da anni si verifica una situazione di abbandono che si traduce nella presenza di sterpaglie e rifiuti di ogni tipo.

Tanto per citare alcuni risultati dell’operazione di pulizia, in un tratto di soli 150 metri i volontari hanno raccolto circa 20 sacchi di immondizia, senza contare la quantità di vetro e oggetti rotti o abbandonati che sono stati ritrovati. Oltre al chiaro intento di ripulire l’area l’intervento ha voluto prevenire anche il rischio di incendi, spesso causati da chi, ignorante, crede che bruciando i cespugli di rovi ed il canneto si possa ripulire il tutto, compromettendo così l’intero habitat dell’avifauna locale. Un rischio, questo degli incendi, comprovato anche dal ritrovamento di un tentativo d’innesco.

calolzio protezione civile 2«Il programma attività del gruppo protezione civile di Calolziocorte» ha dichiarato la responsabile Sonia Mazzoleni «prevede, prossimamente, il completamento di questa azione di pulizia ed il monitoraggio costante dell’area di alcuni torrenti, specie il Serta, dove la caduta di alcuni alberi da rimuovere ha causato degli sbarramenti pericolosi. La nostra intenzione» ha proseguito la Mazzoleni «è di sensibilizzare la cittadinanza, così da poter raggiungere dei risultati su problematiche ambientali ed ecologiche. Lavorando di concerto con la polizia locale, vorremmo eliminare le cattive abitudini e i comportamenti incivili che da anni hanno inquinato il nostro meraviglioso territorio». Ben vengano dunque questi tipi di interventi che rispondono anche alle numerose lamentele dei calolziesi riguardo a livelli di inciviltà raggiunta dalla sporcizia e dalla presenza di rifiuti.

La protezione civile collaborerà in modo attivo con la cittadinanza il prossimo 24 aprile, quando, accompagnando circa 600 ragazzi delle scuole di Calolziocorte e alcuni volontari di altre associazioni, promuoverà e coordinerà la giornata del Verde Pulito.

Paolo Saporito

 

Pubblicato in: Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati