CGIL: CALANO GLI ISCRITTI.
ED ENTRO FINE MESE
APRE IL GRUPPO DEI PRECARI

Wolfango pirelli sergio fassinaLECCO – La Cgil si conferma in prima fila con i lavoratori. Sono infatti 43.990 gli iscritti al sindacato nel 2013. Il saldo però è negativo (-0,5%) rispetto all’anno precedente. “Registriamo un calo che non avevamo da cinque anni” afferma Wolfango Pirelli, segretario provinciale del sindacato. Perdono le sigle più rappresentative.

I metalmeccanici della Fiom hanno 180 iscritti in meno (2,6%), molto peggio va agli edili di Fillea, con 337 tesserati in meno (11,3%). Bene invece Filcams, la categoria che difende i lavoratori del commercio e del servizio, che può contare su 230 tessere in più (14,6%). Rimangono in pari i bancari della Fisac, 230 iscritti sia nel 2012 sia nel 2013, mentre nel prossimo congresso del 27 e 28 febbraio prossimo sarà creata la nuova categoria Nidil-Nuova identità di lavoro, per tutti coloro che hanno contratti atipici.

“Ci sono troppi contratti di lavoro stabiliti dalla legge – indica Pirelli -, dobbiamo cercare a intercettare anche i precari, a cui in questi anni non siamo riusciti ad avvicinarci”. Dei quasi 44mila iscritti 25.608 sono pensionati e solo 17.644 sono i lavoratori (più 738 disoccupati), “ma è storico che siano meno gli occupati di chi si è ritirato, anche se negli ultimi anni la forbice si sta riducendo” sottolinea il leader.

Mentre è alto il numero degli stranieri. “Sono 2.439, il 13,8% – spiega Sergio Fassina, segretario organizzativo della Camera del lavoro -. Nonostante siano i primi a saltare in molti si iscrivono al sindacato”.

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati