CIAO, STEPHANIE: AL “MANZONI” LA SALMA DELL’ALPINISTA FRANCESE

FRIGIERE SLECCO – Verrà composto nella camera mortuaria dell’ospedale “Alessandro Manzoni” di Lecco il corpo di Stèphanie Frigière, la ice climber francese deceduta a 29 anni in Valsavarenche, travolta da una slavina mentre scalava una cascata ghiacciata insieme al compagno, la guida alpina Giovanni Ongaro (membro dei Ragni di Lecco).

La salma della sfortunata giovane che risiedeva in Valtellina dovrebbe arrivare alla camera mortuaria del noscomio cittadino nel pomeriggio, per poter essere salutata per l’ultima volta prima dei funerali.

 

 

 

 

Pubblicato in: Montagna, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti