CINQUE INDAGATI PER LA MORTE DEL NEONATO DI 28 GIORNI

LECCO – I genitori residenti a Ballabio e tre sanitari dell’ospedale “Manzoni” sono le persone che hanno ricevuto avvisi di garanzia per omicidio colposo in relazione alla morte del piccolo L.N., deceduto lo scorso 15 ottobre.

Va sottolineato che l’iscrizione nel registro degli indagati rappresenta un “atto dovuto”, in attesa dell’esito dell’autopsia disposta sul corpo del neonato – prevista per la giornata di martedì 3 novembre. Le comunicazioni di garanzia sono state notificate oggi, lunedì, agli interessati. Il fascicolo giudiziario è nelle mani del sostituto procuratore Cinzia Citterio, che data la delicatezza della vicenda si occupa del caso unitamente al capo della Procura lecchese Antonio Angelo Chiappani.

 

 

Pubblicato in: Città, Ballabio, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati