CITTÀ SUL PALCOSCENICO:
POVERO PIERO, MORTO
E RISORTO AL CENACOLO

ELENA E GLI ALTRI (1)LECCO – Dopo la pausa pasquale torna ‘Una Città sul Palcoscenico’ e prosegue la sua scaletta con il sesto spettacolo. Tra la serata di sabato 2 e il pomeriggio di domenica 3 aprile sale sul palco del Cenacolo un’altra compagnia storica del territorio lecchese: la compagnia teatrale Elena e gli Altri di Malgrate che porta in scena uno spettacolo di Achille Campanile: “Il Povero Piero“.

“È possibile fare una riflessione serissima sulla vita e sulla morte ridendo in modo spensierato? E fare un profondissimo discorso sugli inerenti luoghi comuni attraverso la convenzione delle convenzioni (cioè il linguaggio)? Questa è la sfida lanciata da Achille Campanile. In uno scenario surreale, Piero sente l’approssimarsi della morte e, angosciato, si abbandona a ricordi vaghi e ossessivi in cerca di un’ancora di salvezza. La morte di Piero dà il via ad un intreccio che ruota intorno al suo desiderio di comunicare il decesso solo ad esequie avvenute ma, a causa di alcuni malintesi, tale volontà non verrà rispettata. Proprio quando tutto sembra assumere l’aspetto di una consueta cerimonia funebre, Piero – tra lo stupore generale – risuscita e propone di festeggiare il suo ritorno alla vita! Ma si ode di nuovo il campanello suonare… sarà cambiato qualcosa?”.

ELENA E GLI ALTRI (4)Comicità e divertimento caratterizzano questa leggera commedia surreale che tocca un tema abbastanza strano per uno spettacolo divertente, ma che comunque, grazie a questo contrasto fa risaltare ancora di più le battute. Bravissimi tutti gli attori che si sono avvicendati sul palco e che hanno dimostrato una vera e propria predisposizione per questa commedia. Spiccano tra i vari Antonella Vassena che nel ruolo di cameriera tiene molto alto il ritmo con battute azzeccatissime e interventi divertenti, ma soprattutto è Elena Iaci a dimostrare quanto l’esperienza del teatro amatoriale lecchese sia di alto livello e dimostrando ancora una volta che l’esperienza sia importante in un panorama come il nostro.

Tantissimi spettatori ad assistere a questa produzione con 242 presenti nella serata di sabato e 209 il pomeriggio di domenica.

“Sono molto soddisfatta del risultato di ieri” raccolta Elena Iaci, regista della compagnia “è stato molto divertente. La gente ha gradito veramente tanto lo spettacolo, ha riso parecchio. Io ero sicura perché Achille Campanile è un attore che personalmente adoro e con lui ci si diverte sempre. È un teatro dell’assurdo che va interpretato in un certo modo, però sono sicura che la gente è andata via contenta.”

 PERSONAGGI & INTERPRETI…:
Teresa, Elena Iaci;
Clelia Ridabella, Giusy Conficconi;
Angelica, cameriera, Antonella Vassena;
Luigi, Matteo Crimella;
Agente pompe funebri, Albino Maggi;
Demagisti, Davide Riva;
Lola, Velella Fattori;
Operaio, Alvaro Aber;
Signora Pelaez, Annamaria Ronzoni;
Roberta, Elena Ripamonti;
Domenica, Gabriella Teramo;
Colonnello, Albino Maggi;
Piero, Dario Aldeghi;
Elisabetta, Betty Panzeri;
Pantaleo, Nuccio De Lillo.

…REGIA…:
Elena Iaci.

…SCENOGRAFIA…:
Albino Maggi.

…LUCI, SUONI & AIUTO DI SCENA…:
A cura della compagnia.

…RAMMENTATRICE:
Anna Valsecchi.

Il prossimo appuntamento con ‘Una Città sul Palcoscenico’ è per sabato 16 e domenica 17 aprile con la compagnia il Cenacolo Francescano che porta in scena Il Marito distratto. Mentre Elena e gli Altri danno appuntamento a tutti coloro che non fossero riusciti a vedere la commedia a Nibionno il prossimo weekend.

A. G.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Teatro, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati