CIVATE, REBUS PONTE DI ISELLA:
“ATTENDIAMO LA PROVINCIA”.
INTANTO MAURI SCRIVE AD ANAS

civate-isella-2CIVATE – Da quasi due mesi il cavalcavia di Isella è chiuso al traffico. Lo scorso 31 ottobre, tre giorno dopo rispetto al crollo del ponte di Annone Brianza, il sindaco di Civate Baldassare Mauri ha provveduto a impedire l’accesso alla strada al formarsi di alcune crepe sull’asfalto. Ma oggi il tratto è ancora chiuso. “Sto attendendo risposte dalle Amministrazioni provinciali di Lecco e Como, che mi avevano già assicurato dovrebbero arrivare entro la fine dell’anno, quindi in questi giorni – spiega il primo cittadino –. Loro dovrebbero avere tutti i documenti riguardo il ponte e la sua costruzione”.

baldassare mauriIntanto però Mauri percorre anche un’altra via. “Ho provveduto a contattare Anas per poter studiare il cavalcavia e darci una risposta”. Il ponte infatti rimane chiuso alle automobili, ma aperto a pedoni e biciclette. Rimane quindi un disagio per i residenti di Isella. “Non vogliamo rischiare nulla, per cui finché non ho risposte certe dai tecnici non lo riapro – assicura –. Intanto però gli abitanti della frazione devono fare un giro più ampio, passando dalla statale 36, per passare dal paese a casa. Speriamo che nei prossimi giorni ci siano notizie dalla Provincia. E che siano buone”.

Nei primi giorni il cavalcavia era stato chiuso a tutti, persino ai pedoni. A far preoccupare era soprattutto il probabile futuro della strada, alternativa per molti mezzi pesanti al ponte di Annone crollato qualche giorno prima.

 

 

Pubblicato in: Civate, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati