UN “FORZA E VENITE GENTE!”
PER IL GIARDINO DELLE ROSE BLU
A CIVATE

CIVATE VENITE

CIVATE – Una carica esplosiva la serata domenica al Palazzetto dello sport di Civate, dove si sono esibiti i giovani delle parrocchie di Civate, Malgrate e Valmadrera interpretando gioiosamente e carichi di sorrisi la storia di San Francesco attraverso le pagine del noto musical “Forza venite gente!“.

Capitanati e coordinati dalla giovane regista Elisabetta Sala, i ragazzi hanno dimostrato di saper gestire con coraggio e creatività la forte emozione che nasce davanti a un incredibile e numeroso pubblico che, partecipe, non riusciva a trattenere gli applausi. Ritmici e ben studiati i disegni coreografici, gradevole la scelta dei costumi e molto buona la qualità del canto, specie di alcuni solisti.

Un risultato pregevole se si tiene conto della difficoltà insita non solo nel dirigere la preparazione di uno spettacolo così macchinoso ma anche nel riunire in modo armonico musica, recitazione, scenotecnica, coreografie e non stiamo parlando di un ambiente professionista.

CIVATE VENIT3

Ad aumentare l’importanza della serata, la presenza di don Ermanno d’Onofrio, giunto appositamente da Frosinone per testimoniare e raccontare il lavoro svolto in Croazia dall’ associazione “Il giardino delle rose blu” che si occupa dell’accoglienza di bambini e giovani affetti da patologie rare e malattie genetiche, una perla preziosa per un  territorio non ancora del tutto attento a queste persone. A loro il ricavato della serata.

Presente il sindaco di Civate e i parroci delle comunità coinvolte. Numerosi gli spunti per riflettere sulla quotidianità e molto attuale la narrazione del “padre” di Francesco, provocatore preoccupato, cinico e malfidente, come del resto capita di essere a tutti di fronte a scelte difficili o a persone che profumano di santità. Un’esibizione artistica per tutti, senza differenze di età, credo o cultura, che è andata al di là di ogni ostacolo per richiamarci sulla nostra condizione storica, forse difficile ma che ha bisogno dell’intervento e del sorriso di ognuno, come spesso chiedono silenziosamente i giovani.

L’associazione “Il giardino delle rose blu” è raccontata nel sito www.ilgiardinodelleroseblu.com.

Michele Casadio

CIVATE VENIT2

 

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti