CIVATE/PRESENTATO IN CONSIGLIO
IL PIANO DIRITTO ALLO STUDIO.
PRONTI 191.000€ PER IL BASELONE

consiglio comunale civateCIVATE – Le scuole civatesi riceveranno 222.500 euro nell’anno 2016/2017: a tanto ammonta il piano per il diritto allo studio illustrato nel corso del Consiglio comunale del 28 luglio. Presentato in extremis, visto che la scadenza fissata dalla legge è il 31 luglio, il piano è uno strumento tramite il quale l’assemblea dà indirizzi all’amministrazione per operare a sostegno e supporto della scuola.

I fondi stanziati dal Comune sono rivolti alle scuole primaria e secondaria di primo grado e all’asilo “E. Nava”, che, sebbene non sia pubblico, “è un’istituzione che ricopre un ruolo fondamentale a Civate”, come spiegato dall’assessore all’Istruzione, Angelo Isella. Oltre ai fondi destinati all’attività scolastica, il piano prevede anche lo stanziamento per la manutenzione degli stabili, le attrezzature e le utenze, ambiti solitamente esclusi dal piano per il diritto allo studio.

civate angelo isella valentina savanelliNegli ultimi tre anni in totale gli studenti dei tre plessi sono calati da 408 a 370, calo forte soprattutto alla materna dove si è passati da 96 a 72 iscritti. Proprio l’asilo riceverà dal comune 105.000 euro di contributo stabile, mentre per il servizio di refezione, come contributo alle famiglie in difficoltà, il comune dispiegherà 16.900 euro e alla fornitura dei libri di testo sono destinati 7.800 euro. Al contributo per il funzionamento del Istituto comprensivo statale Civate-Malgrate-Suello sono rivolti 4.7000 euro, al contributo per i progetti invece 35.500 euro.

In totale i fondi stanziati per l’attività scolastica per l’anno 2016/2017 ammontano dunque a 169.900 euro, mentre 52.600 euro sono dedicati alla manutenzione e alle utenze, cifra quest’ultima che non comprende l’eventuale manutenzione straordinaria. Fra la varie misure contenute nel piano, si segnala la conferma a 4,35 euro per i buoni pasto in mensa e, per le famiglie con tre figli, l’esenzione del terzo figlio. “In un’epoca di tagli generali ai servizi alla persona, cioè servizi sociali, cultura e istruzione, i soldi stanziati per questi settori sono aumentati”, conclude Isella. Il piano è stato approvato all’unanimità dal Consiglio.

civate pozzi villarusso delloroNel corso della seduta è stata inoltre ratificata all’unanimità una delibera di giunta volta a accelerare i lavori di pulizia del torrente Toscio. Il bando è stato vinto dalla ditta Cerri che applicherà uno sconto del 25% sul costo di 32.000 euro dei lavori, che riguardano la pulizia di tre vasche a Mombello e la realizzazione di tre guadi per il passaggio pedonale. È stata inoltre presentata una variazione di assestamento del bilancio che destina 194.000 euro alla manutenzione degli edifici comunali, anch’essa approvata all’unanimità.

Parte consistente di questa cifra (191.000 euro) è destinata alla manutenzione del centro sportivo di via Baselone. “Speriamo che il centro comunale prenda vita, non solo per l’attività sportiva ma anche come polo turistico attrattivo per chi viene a Civate”, spiega il primo cittadino, Baldassare Mauri. “Inoltre inizieremo una gestione collaborativa con Valmadrera e Malgrate dei rispettivi centri sportivi”.

civate sindaco mauri savanelliOltre agli interventi di pulizia del Toscio e di manutenzione del centro sportivo, nel corso del 2016 inizieranno lavori anche nei parcheggi di piazza della Chiesa e di Isella, al parco giochi di Tozio e in piazza San Calocero. Verrà inoltre realizzato un passaggio pedonale che collegherà la frazione Rii con le scuole. “Nonostante le difficoltà riusciremo a completare gli interventi programmati e cercheremo di realizzare queste opere entro la fine del 2016”, aggiunge Mauri. La relazione del sindaco sullo stato della programmazione ha visto l’astensione della minoranza e il voto favorevole della maggioranza.

Infine il Consiglio ha approvato all’unanimità una convenzione tra i comuni di Civate e Lecco per i civatesi che vogliono iscrivere i figli all’asilo nido del capoluogo. Sono disponibili due posti e la convenzione non ha costi per il Comune di Civate, che si limiterà a incassare dal cittadino e versare al comune di Lecco.

Michele Castelnovo

 

 

Pubblicato in: politica, Civate, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati