BRESCIA CONFERMA LA CONDANNA
8 MESI ALL’EX GIUDICE DI LECCO
DE VINCENZI E ALL’AVV. BALBIANI

DE VINCENZI GIAN MARCOBRESCIA – Condanne confermate per l’ex giudice a Lecco Gian Marco De Vincenzi e l’avvocatessa Tatiana Balbiani: otto mesi ai due per tentato abuso d’ufficio. I fatti risalgono al 29 settembre 2011 a Lecco e il processo – essendo coinvolto un magistrato – si è tenuto al tribunale di Brescia.Il processo è nato dall’esposto avanzato da una famiglia lecchese che lamentava un danno relativo al patrimonio di un congiunto deceduto. Infatti l’avvocatessa ha ricoperto l’incarico di amministratrice di sostegno di quella persona non autosufficiente e De Vincenzi era il giudice tutelare.

In prima istanza la sentenza del 2016 perché “nello svolgimento delle loro funzioni di pubblici ufficiali non agivano con esclusivo riguardo alla cura e interessi della persona del beneficiario e senza tener conto dei suoi bisogni”. Entrambi erano stati condannati a otto mesi e interdetti dai pubblici uffici per la durata della pena. I giudici bresciani hanno deciso la sospensione condizionale della pena e “la non menzione della condanna”. Martedì l’esito (negativo) dell’appello dopo il ricorso da parte di magistrato ed avvocatessa: il Procuratore Generale Marco Martani, lo stesso del processo a carico di Bossetti, ha chiesto la conferma della sentenza della Prima sezione del tribunale di Brescia del 3 marzo 2016.

Il processo è nato dall’esposto di una famiglia lecchese che lamentava un danno relativo al patrimonio di un congiunto deceduto. Infatti l’avvocatessa ha ricoperto l’incarico di amministratrice di sostegno di quella persona non autosufficiente e De Vincenzi era il giudice tutelare.

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati