CONTI…AMO FINALMENTE CONTA. MA A GERMANEDO SI E’ PARLATO SOPRATTUTTO DI VIABILITA’

DAI RIONIPenultima tappa del tour “Conti..amo in Comune” nei rioni lecchesi per presentare il Bilancio di previsione 2013 a cura dell’Amministrazione di Lecco. Appuntamento ieri al Centro Sociale di Germanedo per gli abitanti di Acquate, Germanedo, Belledo e Caleotto.

Il Comune ha fatto filotto. 52 persone. Non sappiamo se i 40 del Comitato spontaneo Aler di Germanedo vadano contati per 40 o per 1. I 7 dei Giovani Comunisti intanto hanno distribuito un duro volantino contro l’Amministrazione, dimenticandosi (a son ragazzi) di essere parte di questa Amministrazione.

Il tema del Bilancio evidentemente interessa il quartiere. Una sessantina di persone interessate, malgrado la contrarietà degli assessori presenti più alla viabilità ed ai parcheggi della zona che alla presentazione del Bilancio di previsione. Tant’è vero che l’Assessore alla partita, Elisa Corti, lo illustra con una rapidità insolita 15-20 minuti.

Irene Riva consigliere comunale di maggioranza e presidente del Coordinamneto territoriale per la partecipazione (gli ex cdz) apre le danze con una dichiarazione più di impotenza che di ascolto dei cittadini: “so che siete qui perché aspettate da mesi questo incontro e delle risposte da parte nostra”.

Da mesi…

In effetti già dai primi interventi, sono presenti numerosi componenti il Comitato spontaneo case Aler, si esplicita la sofferenza di una situazione che è sempre più gravosa e che si trascina da anni, in alcuni casi decenni. E con l’introduzione lo scorso anno del ticket per i parcheggi dell’Ospedale tali problemi si sono acuiti. Molte, troppe auto sono da allora riversate in strade e in tutto il rione per evitare questo nuovo balzello, sottraendo spazi e aria ai residenti

Prova a fare un poco di melina il vicesindaco Vittorio Campione che prova a illustrare, con l’aiuto di alcuni lucidi e foto, le idee della Giunta. Impegni sembrerebbe eccessivo perché non parla mai né di date né di numeri di parcheggi che si creeranno. Alcuni già mormorano “le solite promesse”.

Bisogna dare fiducia.

Nei prossimi mesi (1-2-3-4-5? non si sa) partirà l’istituzione della ZPRU (la zona di particolare rilevanza urbana) prevista dal codice della strada (art.7) così da calmierare il caos intorno ai poli di attrazione. Ospedale, scuola, Rsa Muzzi Airoldi, il Centro sociale stesso. Questa ZPRU, come già presente in Centro città ed a Pescarenico, prevede che con un Ordinanza firmata dal Sindaco Brivio, si individuino superfici e spazi di sosta per veicoli privati dei soli residenti nella zona, a titolo gratuito od a pagamento.

Si pagherà solo la richiesta del permesso e da quel momento si potranno occupare le zone delimitate dalle future linee gialle. Futuro perchè date precise tardano ad arrivare.

Su suggerimento di LineeLecco si sta forzando il Direttore Generale dell’Ospedale Lovisari a condividere l’idea di predisporre privilegiatamente per i residenti, un abbonamento calmierato per i parcheggi dell’Ospedale, oggi gestiti da LineeLecco per gli orari post ore 16 e fino alle ore 7 del mattino successivo. Anche qui si è in attesa. Tempi certi nessuno.

Per i parcheggi esterni sulla strada, in via Eremo, anche qui senza date certe ma sembra di capire a breve, verrà istituito il Disco orario dalle 8 alle 20 così da incentivare la rotazione. Alcuni abitanti sarcasticamente sussurrano che sperano sia delle auto e non solo del disco orario. Via Redipuglia non può, a differenza di quanto chiedevano i cittadini, essere segnata per regolamentare i parcheggi.

Il produrre una riga di demarcazione è una violazione del codice della strada. Lo afferma con fermezza lo stesso Vicesindaco che senza tanti giri di parole conferma che i parcheggi di Via Redipuglia non sono a norma. Non sono posti regolari.

Rendendosi conto della nettezza della sua affermazione di alta etica e moralità si affretta ad una marcia indietro troppo frettolosa, tranquillizzando i presenti “ tranquilli, li nessuno vi darà la multa”. E l’incentivo a “delinquere” è bello che servito. Nell’occasione sta con le macchine e contro i pedoni che da li non riescono a passare per via dei parcheggi abusivi.

Non domo ricorda che a breve, gli uffici ci stanno già lavorando da un po’ verranno segnati e tracciati i parcheggi all’interno dei condomini Aler. Una volta segnati ricorda che questi diventeranno meno di adesso. Però alcuni saranno gialli.

In Via Magnodeno in prossimità dei lavori di costruzione di un’impresa la convezione urbanistica ha previsto,dietro il caseggiato bianco la creazione di 20 nuovi parcheggi.

Alcuni cittadini, tra i più anziani, ricordano all’Assessore che lì un contratto anni addietro ne prevedeva 60 di posti. Campione fa finta di nulla, ripete però tre volte che ne sono previsti 20.

La serata va verso la conclusione dopo che qualcuno solleva il recupero ai fini di parcheggio dell’ex Cimitero ed altri imputano al Comune di guardare solo alle due arterie più grandi e continuare a lasciare alla merce i cittadini che abitano nelle strade alte e più piccole piene di buche da mesi e mesi segnalate ma mai messe a posto, così come la carenza di pulizia del parco di Villa Eremo,

Giovanna Rusconi cittadina del rione e storica militante della sinistra e dell’UDI, sponsor dell’amministrazione Brivio, convenendo con questa critica chiude la serata con altre lapidarie parole rivolte al consigliere Irene Riva: “Potete anche farle le riunioni come queste e tenere aperto il CTP (i nuovi cdz) dove raccogliere i problemi, ma se poi non li risolvete…”.

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti