DIARIO DEL GIUGAROCK
PRIMA E SECONDA SERATA

LOGO GIUGAROCK

LECCO – Dopo una lunga attesa, ecco il Giugarock, il nuovo Contest musicale Lecchese ha debuttato in due dei locali storici della musica live made in Lecco. Saranno cinque mesi di live itinerante per la città, otto serate, e il gran finale, ventiquattro gruppi e tantissimi appassionati coinvolti in questo festoso trasporto musicale collettivo.

Prima serata da sold out: tanta gente, soprattutto giovanissimi, vogliosi di passare una spensierata serata all’insegna della musica e del sano divertimento. Alle 22 si spengono le luci e un grido accoglie il debutto degli SPAKKOMATTO 2.0. Un susseguirsi di titoli vecchi e nuovi, di energico Punk Rock, cantati da Vito e Company che piace e coinvolge tutti i presenti. “Vito” (voce e chitarra) e Stefano Gerosa “Gerry” (basso) Jonathan Pirovano “Tam” (batteria) e Luca Ferrari “Fer” (chitarra) Giuseppe Tamburello “Beppe”(chitarra) si divertono e fanno divertire eseguendo i cinque brani richiesti dal regolamento del concorso.

Dopo una decina di minuti di pausa, utilizzata per sistemare il palco, ecco che Carlo Roncaletti, presentatore ufficiale del GiugaRock, annuncia i lanciatissimi, talentuosi e lecchesi MIDNIGHT TRAIN. Con all’attivo un album uscito nel 2015 Faith and Sound, i Midnight Train hanno appena registrato un nuovo singolo Like a Phoenix, che uscirà in primavera. Il loro è un rock melodico e ricercato, per palati fini. La calda e graffiante voce di Pier Frau e l’ottima presenza scenica lo fanno entrare in grande la sintonia con il pubblico. Eccellenti le prestazioni delle due chitarre di Tom Intrieri e Marco Anghileri (chitarra ritmica) così come quella degli altri componenti della band: Giulio Bonacina (tastiera), Mattia Bernasconi (basso e cori) e Luca Impelliccieri (batteria).

Ultimi in ordine di esibizione i PUNKTEGANA da Merate che, nonostante l’emozione del debutto, riescono a proporre un ottimo Punk italiano. Davide, Giuseppe, Luca e Lorenzo sono amici nella vita e, sul palco si nota.

GIUGAROCK - I SERATA (2)

Finiti i 15 brani in programma si giunge a fine serata al voto, che decreterà il primo dei finalisti che prenderà parte alla serata in Piazza Garibaldi l’11 giugno 2016. Insieme alla giuria tecnica composta da Giuseppe Caccialanza, noto musicista lecchese, Mattia Fontana, speaker di rete104, e Andrea Micheli, esponente di Risuono a votare è direttamente il pubblico.

A vincere il primo posto per la finale è il melodico hard-rock dei giovanissimi MIDNIGHT TRAIN da Germanedo che, con merito, riescono ad avere la meglio sull’ottima concorrenza.

Veniamo alla seconda serata, diversa dalla prima per taglio, atmosfere, ma ugualmente bella: si sono affrontati gli SUGAR WORMS, il cantautore PERRY e la band ILMIOINFERNOPRIVATO.

I primi in gara sono gli Sugar Worms, band musicale del lecchese formata tre musicisti: Riccardo Messori (voce, chitarra, tromba e armonica), Andrea Cortenova (basso e contrabbasso) e Lorenzo Dell’Oro (batteria e percussioni). L’ottima sintonia tra i componenti del gruppo permette di ascoltare dell’ottimo Blues, Funky, Swing e Rock ‘n’ Roll. La band è ecclettica è il pubblico in sala apprezza.

Secondo in scaletta è Perry al debutto come cantautore: nato come chitarrista, ma da amante della musica, in questo contest ha deciso di lanciarsi in questa fantastica avventura, unendo testi e musica, e nonostante la tensione se la cava bene, riuscendo a coinvolgere il pubblico che lo accompagna e lo sorregge durante la sua prima esibizione.

GIUGAROCK - II SERATA (1)

Si arriva così all’ultima esibizione della serata che vede sul palco il ILMIOINFERNOPRIVATO, band collaudata, con ottimi musicisti e virtuosi. Virgus, Spero e Aron sono bravi e sempre alla ricerca di nuove ed innovative sonorità. La loro musica è calda, adeguata al serata. I musicisti si divertono e fanno divertire il numeroso pubblico presente sviluppando dell’ottimo Alternative Rock.

La giuria infine premia gli SUGAR WORMS che vincendo la serata si garantisco il secondo posto nella finale.

A. G.

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati