ECONOMIA, CONFINDUSTRIA:
“PIÙ VICINI AL TERRITORIO”.
UN ANNO DI INIZIATIVE

cristina-galbusera-confindustria-1LECCO – La crisi si sente ancora, ma il 2016 di Confindustria Lecco Sondrio non è stato negativo e soprattutto l’associazione si è legata ancora di più al territorio. “Nelle due province si può parlare di stabilità dell’economia – afferma la presidente Cristina Galbusera –. Abbiamo implementato parecchi progetti, sia per le imprese sia per i giovani. Un esempio sono i quattro fondi per l’internazionalizzazione, innovazione, ambiente e sicurezza, che abbiamo finanziato per 260mila euro”.

Un’altra iniziativa innovativa ha puntato molto sul welfare aziendale, i cosiddetti flexible benefits, per i dipendenti delle aziende associate. “Abbiamo voluto anche aiutare i giovani a entrare nel mondo del lavoro con progetti mirati per l’alternanza scuola-lavoro – prosegue la presidente –: un esempio è l’apprendistato professionalizzante nel settore meccanico, che ha coinvolto l’istituto Aldo Moro di Valmadrera, il laboratorio per l’occupazione all’istituto Fiocchi finanziato dal Miur con 1.200.000 euro, con cui abbiamo contribuito con centomila euro, un progetto pilota con l’istituto Badoni e le borse di studio per i figli dei 36.000 dipendenti presenti nelle nostre aziende. Ma ricordiamo anche il progetto “Eureka funziona” per le scuole”.

Non solo. “A Lecco, ma soprattutto a Sondrio, abbiamo promosso il Pm day e Cava day, coinvolgendo gli studenti del territorio. Abbiamo anche promosso convegni internazionali, come quello sull’industria 4.0, premiando le imprese lecchesi e valtellinesi di piccole dimensioni per l’impegno nell’export”. Il nuovo anno, per l’associazione, non sarà facile. “Però non vogliamo scoraggiarci, siamo ottimisti e cerchiamo di essere sempre più vicini alle nostre aziende” dichiara il direttore Giulio Sirtori.

 

 

Pubblicato in: lavoro, Città, Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati