ECONOMIA/I DATI RIVELANO
LA CRESCITA DEL FATTURATO
E DEL NUMERO DI IMPRESE

dati-congiuntraLECCO – Nel terzo trimestre 2016 aumenta il fatturato delle imprese manifatturiere lecchesi, ma la produzione va in deficit: industria -0,9%, artigianato -0,4%.

“I dati congiunturali relativi al 3° trimestre 2016, elaborati dal Sistema camerale lombardo, evidenziano un aumento del fatturato del comparto manifatturiero lecchese (industria +0,9%; artigianato +1,1%) a fronte, però, di un rallentamento della produzione. Diminuiscono gli ordini del comparto artigiano (-0,2%), mentre crescono quelli del settore industriale (+0,2%)”.

Il Presidente della Camera di Commercio di Lecco Daniele Riva, prendendo atto dei dati non tutti favorevoli, fa comunque notare che “i primi nove mesi del 2016 sono stati nel complesso positivi per l’economia del nostro territorio, e ciò vale soprattutto per le imprese artigiane che hanno registrato la miglior performance lombarda per crescita della produzione (+2,3% rispetto ai primi nove mesi del 2015) e la seconda dopo Sondrio per aumento degli ordini e del fatturato (rispettivamente +1,9% e +2,3%). Tuttavia, mentre l’indice medio della produzione industriale del 3° trimestre 2016 (ponendo il valore 2005=100) è a quota 100,6, quello degli ordini a 122,7 e quello del fatturato a 119,6, i valori dell’artigianato sono inferiori: rispettivamente 83,2; 93,1; 88,2″.

dati-congiunturali

L’artigianato è ancora lontano dai livelli pre-crisi, ma gli indici lecchesi sono i migliori a livello lombardo, con la sola eccezione degli ordini, dove Sondrio è l’unico territorio con un dato superiore a quello del 2005, 136,2. Il nostro artigianato guarda sempre più ai mercati stranieri, è impegnato a ‘fare rete’ per affrontare le sfide della globalizzazione, come dimostra la crescita degli ordini esteri (+3,6% nei primi nove mesi di quest’anno) e del fatturato estero (+15,6%)”.

Il presidente Riva sottolinea: “I dati elaborati dall’Osservatorio Economico Provinciale della Camera di Lecco e raccolti in questa stessa nota informativa – crescita del numero di imprese, calo dei fallimenti, dei protesti, della cassa integrazione – confermano la forza e il dinamismo che ancora esprime il nostro territorio nonostante il ciclo economico tuttora complesso. Dunque è necessario sostenere il tessuto imprenditoriale locale e la Camera lecchese continuerà a farlo, nella consapevolezza che il 2017 costituirà un anno di profonda transizione: da un lato perché dovrà essere data attuazione all’emananda Riforma del Sistema camerale, dall’altro perché l’Ente dovrà operare con il 50% in meno delle risorse. Criticità ben evidenti al sottoscritto”, conclude il Presidente Riva, “che, insieme ai colleghi Consiglieri, sta affrontando la programmazione annuale con la responsabilità di concorrere a creare una ‘nuova Camera di Commercio’ in termini di funzioni, organizzazione, competenze, ambito territoriale, Governance, proseguendo nella rigorosa gestione delle risorse e mantenendo il focus sullo sviluppo del sistema economico locale”.

> CONSULTA L’ANALISI

 

 

 

Pubblicato in: lavoro, Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati