EMOZIONI CON I “MAGLIONI ROSSI”
DELLA CORALITA’ LECCHESE

LECCO – “Non finisce mai di stupire la tenacia e il forte senso di “gruppo” che caratterizza molte realtà musicali della nostra città, nate in quel periodo di profonda rinascita che sono stati gli anni ’50”.

Stimati e sempre apprezzati da tutti e da tutte le età i componenti entusiasti ed eleganti del Coro Alpino Lecchese che, nella loro nuova e tanto attesa sede di Via Ugo Foscolo 40, hanno festeggiato l’importante momento con tanti amici, da quelli storici a quelli che il coro conquista di continuo. Si, perché la formazione corale nata nel ’51 nella nostra città, all’ombra del Resegone (del quale i coristi resteranno sempre “amici”), è una certezza tra le realtà corali, per la bravura e la presenza di un contagioso spirito d’amore per il canto che influenza senza sosta qualsiasi pubblico gli si presenti innanzi.

CORO ALPINO LECCHESE2

Alla direzione il M° Francesco Sacchi, indiscusso armonizzatore di grandi melodie e fondamentale riferimento per i suoi cantori, che nascondono il segreto svelato di un futuro giovane direttore, che durante l’inaugurazione, ha rivelato al pubblico le sue mani davanti alle storiche voci. La cerimonia è cominciata con l’animazione della S. Messa nella Chiesa parrocchiale di Acquate nella quale il coro ha toccato, tra le altre,  le note sublimi di “Signore delle Cime” e di “Ecce venio ad te”, per poi continuare la meritata festa nella nuova location.

Nel racconto dell’energico presidente Massimo Brambilla sono intervenuti anche i Maestri Giuseppe Scaioli (Coro A.n.a. Grigna di Lecco) e Alessio Benedetti (Coro Valsassina di Cremeno) oltre che alcuni importanti “compagni di viaggio” della storia del coro, per augurare agli amici un futuro intenso cammino. Cantare senza mai perdere l’amore per il canto, per quello che con questa nobile attività artistica si racconta e si dona alla gente, sempre con un forte ricordo al passato ma con un vigile e intraprendente occhio nel futuro.

CORO ALPINO LAVAGNAQuesto quello che il Coro Alpino Lecchese ha trasmesso ai cuori dei presenti, che hanno riempito la Chiesa come la nuova sede, impregnati di sorrisi e commozione. Il prossimo 4 novembre alle 21 presso il Santuario della Vittoria a Lecco, in memoria dei caduti di tutte le guerre, il coro si esibirà assieme al Coro Valsassina e al Coro Val San Martino di Cisano B.co. Gli appuntamenti proseguono fino a Natale e si possono consultare nel sito www.coroalpinolecchese.it.

E ai giovani che intendano intraprendere l’impegno di cantare in un coro si dicano le parole di Giulio Bedeschi, quando ricordava che dove la parola non ha più potere, là comincia il canto.

Michele Casadio

 

 

Pubblicato in: Cultura, Montagna, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati