FINALE SCUDETTO AMARA
PER IL LECCO. SCONFITTA
AI RIGORI CON L’AVELLINO

PERUGIA – A decretare la sconfitta del Lecco è stata la cosiddetta “lotteria dei rigori”, al termine di una partita terminata 1-1 e senza tempi supplementari, come prevedeva il regolamento. 3-1 il punteggio finale, dopo i quattro errori consecutivi dal dischetto dei giocatori blucelesti.

LA CRONACA

Avvio di marca irpina, con la conclusione di Di Vena che termina fuori di pochissimo. Fase poi di sostanziale equilibrio fino al 15′, con una punizione calciata da Segato poco sopra la traversa. Al 19′, invece, è l’Avellino a sfiorare il vantaggio grazie a Da Alt che da brevissima distanza conclude addosso al numero uno bluceleste Safarikas.

Si continua su ritmi alti e Capogna non riesce a concretizzare tre occasioni per sbloccare la gara, sempre da brevissima distanza, tra il 24’ed il 33′. Squadre al riposo sul punteggio di zero a zero dopo un minuto di recupero.

Si ricomincia seguendo lo stesso copione, con un corner pericoloso di Segato al 9′ prima dell’uno a zero bluceleste al minuto 12 con Capogna, che sfrutta l’assist di D’Anna e insacca da brevissima distanza anticipando i difensori campani. Dura poco la gioia per i lombardi: al 15′, infatti, arriva il pareggio avversario con Morero di testa che sfrutta la punizione di Di Paolantonio battuta dalla destra.

Dopo una girandola di cambi, Avellino pericoloso con Tribuzzi con un diagonale respinto da Safarikas al 28′, prima delle fasi finali con poche emozioni e tanta stanchezza per entrambe le squadre.

Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio, e si va ai calci di rigore: palo di Segato, gol di Morero, tiro di Pedrocchi parato, tiro di Pepe parato, palo di Lisai, gol di Di Paolantonio, tiro di Fall alto.

 

 

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati