FREDDO AL PARINI/IL PRESIDE:
“LEZIONI REGOLARI FINO A SABATO
POI LUNEDÌ SI VEDRÀ”

LECCO – “La scuola rimane aperta perché il clima è sopportabile, CAZZANIGAgrazie anche alle temperature miti che questo autunno ci sta regalando. Fino a sabato le lezioni al Parini si svolgeranno regolarmente”. Con queste parole il professor Cazzaniga – reggente dell’istituto in assenza del preside – dà una risposta, seppur non definitiva, ai dubbi di genitori, professori e soprattutto studenti che anche oggi si sono riuniti in assemblea per protestare contro il freddo nelle aule, dovuto al malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento.

“Il guasto è grosso, ma gli operai della provincia stanno lavorando sodo, l’ho potuto constatare personalmente così come hanno potuto farlo gli studenti accompagnati in ricognizione dall’ingegner Valsecchi – prosegue il dirigente provvisorio – ci auguriamo che in un paio di giorni si possa risolvere la situazione, se così non dovesse essere lunedì vedremo il da farsi. D’altronde l’intervento necessario per sistemare la caldaia e i tubi è strutturale e comporta anche una spesa economica non indifferente, l’aspetto positivo è che questo intervento sarà definitivo per almeno qualche anno”.

“È chiaro che questa temperatura non è il massimo della vita – aggiunge Cazzaniga – soprattutto nelle prime ore del mattino, tuttavia oggi sono arrivati i tecnici dell’ASL a fare dei rilevamenti e sono stati misurati tra i 18 e i 19 gradi nelle aule e quindi la provincia ha deciso di tenere aperta la scuola e garantire lo svolgimento delle lezioni. Se poi la situazione dovesse peggiorare e i lavori non dovessero finire per lunedì, è contemplata la possibilità di chiudere la scuola e recuperare le ore perse sottraendo qualche giorno alle ‘vacanze aggiuntive’. Purtroppo nessuno è stato in grado fin da subito di fare una previsione certa sull’entità dei lavori di manutenzione necessari.”

protesta parini 1Come nel caso dello sciopero autogestito dagli studenti della settimana scorsa, rimane positivo il giudizio da parte del reggente sull’atteggiamento degli studenti: “I ragazzi hanno protestato in maniera molto composta e anche dopo l’intervento dei tecnici della provincia si sono comportati in maniera molto responsabile. Hanno capito la situazione e non credo ci saranno altri scioperi o manifestazioni nei prossimi giorni. Naturalmente sarebbe molto meglio per tutti che l’impianto riprenda a funzionare il prima possibile”.

 

Manuela Valsecchi

 

 

Pubblicato in: Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati