GIALLO DI TACENO/PER IL ‘GIORNO’ “L’OMBRA DELLO STALKER
O UN DELITTO INSCENATO”

TACENO TITOLO GIORNOLECCO – Nuovi particolari molto interessanti sull’inchiesta in corso relativa all’oscuro episodio di lunedì a Taceno. Ne riferisce ampiamente il quotidiano “Il Giorno” nelle sue pagine lecchesi, aggiornando sugli sviluppi dell’indagine e avanzando alcune ipotesi interessanti.Nell’articolo firmato dal nerista Andrea Morleo (a pagina III dell’edizione lecchese del giornale oggi in edicola) si parla di “due piste tra loro antitetiche e per di più con mille sfumature al loro interno. Ma comunque due”.Da una parte vi sarebbe “l’agghiacciante ferocia di uno stalker tornato a colpire con rinnovata brutalità, come sostenuto dalla sua vittima. Dall’altra un racconto del tutto inventato, un tentativo di delitto inscenato che, al di là delle ovvie ripercussioni penali, inquieta non meno della volontà omicida del presunto persecutore”.

“E’ stato ancora lui a tentare di uccidermi”, avrebbe confermato l’avvocatessa agli inquirenti che a rapirla, picchiarla e quindi tentare di ucciderla, gettandola in un dirupo con la sua auto sarebbe stata la stessa persona che la scorsa primavera l’ha aggredita nello studio a due passi dal Palazzo di giustizia di Milano.

L’avvocato “avrebbe confermato che sarebbe lo stesso uomo, uno slavo dall’italiano fluente, che si era presentato nello studio dicendo di essere un suo assistito e poi l’aveva aggredita senza alcun motivo. Un uomo che la donna ha sempre sostenuto di non aver mai conosciuto e che proprio per questo ha solo un volto vago, ricostruito sulla base della testimonianza della sua vittima”.

 

 

Pubblicato in: Città, Valsassina, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati