GIORNATA DEL RIFUGIATO,
DIMOSTRARE ACCOGLIENZA
CON MUSICA E CINEMA

LECCO – Il 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il cui obiettivo è la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione dei rifugiati e richiedenti asilo.

Anche quest’anno l’équipe del progetto Sprar-Siproimi territoriale (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, facente capo al Ministero dell’Interno e di cui nel nostro territorio è capofila la Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera), in collaborazione con Comune di Lecco, Amministrazione Provinciale e le realtà del territorio che si occupano di immigrazione, è intenzionata a riportare la Giornata Mondiale del Rifugiato sul territorio della Provincia di Lecco.

I momenti di incontro e celebrazione saranno suddivisi tra giovedì 20 e venerdì 21 giugno, e dedicati tanto alla cittadinanza lecchese quanto ai richiedenti asilo e rifugiati presenti sul territorio provinciale, che verranno altresì coinvolti in prima persona per l’organizzazione degli eventi. Come per gli scorsi anni, al centro ci sarà la creazione di occasioni di scambio e incontro, senza dimenticare la cornice politica e sociale che sia a livello nazionale che a livello locale ha posto al centro dell’attenzione mediatica, sempre più marcatamente, il tema delle migrazioni.

Sulla scorta dell’esperienza maturata negli scorsi anni si darà vita ad iniziative dal forte valore culturale, inclusivo e socializzante, volte da un lato alla sensibilizzazione sui temi della Giornata, dall’altro all’incontro tra cittadinanza e rifugiati in un contesto amichevole e di festa attraverso i mediatori simbolici del cinema, del teatro e della musica, capaci di veicolare vissuti, esperienze ed emozioni.

Nella serata di giovedì 20 giugno – giorno dell’anniversario della Giornata Mondiale del Rifugiato – si coinvolgerà la popolazione lecchese attraverso la proiezione in anteprima in Sala Don Ticozzi del film, prodotto dal Ministero dell’Interno ma mai distribuito, “Paese Nostro – Il film che avremmo voluto mostrarvi” (autori ZaLab, 2016), una pellicola sull’Italia dell’accoglienza diffusa incentrato sul lavoro degli operatori e mediatori dei progetti di accoglienza della rete Sprar, un sistema pubblico basato sulla sinergia tra Comuni, Ministerodegli Interni e associazioni. La serata-evento è organizzata in collaborazione con Anpi, Circolo Arci Spazio Condiviso, Comitato Noi Tutti Migranti, Dinamo Culturale, Il Gabbiano Onlus, L’Arcobaleno scs, Les Cultures Onlus, Lezioni al Campo e Qui Lecco Libera.

Nella serata di venerdì 21 giugno, nella centralissima piazza Garibaldi di Lecco, avrà luogo un concerto che vedrà l’avvicendarsi di performance musicali di alcuni richiedenti asilo e rifugiati lecchesi, unite alle esibizioni di band del territorio attive sui temi della Giornata. La serata si concluderà con un ospite speciale, il rapper afro- italiano Tommy Kuti, nigeriano di seconda generazione laureato a Cambridge e considerato tra i rapper più promettenti in Italia, con testi dall’alto contenuto sociale che trattano temi importanti e delicati come il razzismo e l’integrazione. “#Afroitaliano” è anche il suo primo singolo ufficiale dopo la firma con l’etichetta major Universal e racconta l’esperienza di un migrante di seconda generazione cresciuto nel nord Italia, in una piccola provincia della Pianura Padana (l’evento è organizzato in sinergia con le associazioni Anolf e Lezioni Al Campo e rientra tra le azioni del progetto Meticciare, finanziato dalle risorse MPLS, decreto rl 13943/2018).

Oltre ai due eventi principali, alla Giornata Mondiale del Rifugiato 2019 saranno collegate altre iniziative, che sono ad oggi in corso di definizione.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, News Tags: , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati