GIRO MONTANO DEL LARIO,
I “FALCHI” CI RIPROVANO

gml_220LECCO – Dopo la prima edizione dello scorso anno condizionata dal maltempo, gli atleti dell’ASD  Falchi  Lecco  nel  week-end  del  7-9  giugno  2013  tenteranno di  portare  a  termine un’impresa un po’ particolare: percorrere il periplo completo del Lago di Como su sentieri, il Giro Montano del Lario.

Il Lario è il lago italiano con il maggiore sviluppo perimetrale (170 km). Il Giro completo sui sentieri esistenti sarà di circa 250 km con circa 12.000 m di dislivello positivo. L’obbiettivo dei Falchi è di portare a termine il Giro di corsa, attraverso una staffetta no-stop in cui gli atleti si daranno il cambio lungo le 16 tappe in cui è stato diviso il percorso.

Il Giro prevede il concatenamento di alcuni importanti sentieri che si sviluppano sui monti attorno al Lario. La partenza è da Lecco venerdì 7 giugno alle 19.30 e poi si salirà fino ai Piani Resinelli attraverso la Val Calolden, poi si scenderà ad Abbadia e da qui si seguirà il Sentiero del Viandante (42 km) attraversando Lierna, Dervio e Colico. Giunti al Santuario della Madonna di Valpozzo si seguirà un breve tratto di strada asfaltata fino a Sorico e da qui comincerà la lunga Via dei Monti Lariani (128 km) fino a Cernobbio, passando da Peglio, Garzeno, Croce e San Fedele d’Intelvi.

Da Cernobbio a Como si seguirà il lungolago e poi si riprenderà quota con la Dorsale del Triangolo Lariano (33 km) transitando da Brunate, dalle vette dei monti Bolettone, Palanzone e San Primo (1686 m e GPM del Giro) e dalla Colma di Sormano. Giunti a Brogno, sopra Bellagio, si seguirà il Sentiero del Tivano (20 km) fino a Valmadrera e da qui si tornerà a Lecco dopo aver percorso circa 250 km con circa 12.000 m di dislivello positivo.

L’arrivo a Lecco è previsto per la mattinata di domenica 9 giugno, prima di mezzogiorno. Si prevede quindi di portare a termine il Giro in meno di 40 ore. Sarà possibile seguire l’andamento della staffetta sul sito www.asfalchi.it oltre che su Facebook e su Twitter.

L’iniziativa è nata nel 2012 da un’idea del falco comasco Sergio Bernasconi che è riuscito subito a coinvolgere anche gli altri atleti del gruppo. Oltre 40 Falchi saranno impegnati nelle 16 tappe del Giro.

Lo scopo del progetto è principalmente quello di cementare lo spirito di squadra del gruppo dei Falchi e quello di far riscoprire i sentieri del territorio. Sentieri spesso poco frequentati e poco valorizzati ma che attraversano zone bellissime e che possono regalare scorci davvero suggestivi sul Lago di Como e sulle splendide montagne che ne fanno da cornice. Sentieri che purtroppo in alcuni tratti sono poco segnalati e che necessitano di una più attenta conservazione e manutenzione. Il Giro Montano del Lario potrà poi diventare uno spettacolare anello di trekking per tutti gli escursionisti per promuovere al meglio il nostro territorio.

Quest’anno il Giro Montano del Lario avrà anche una finalità benefica. Verranno infatti raccolti dei fondi per sostenere la Associazione Onlus La Goccia di Lecco.

Nel 2012 il Giro Montano fu completato in 37 ore e mezza anche se si resero necessarie delle variazioni a causa dei forti temporali. In particolare la tappa sulla Via dei Monti Lariani da Croce a San Fedele d’Intelvi fu momentaneamente sospesa a Narro e poi dirottata a Lenno e da qui fino a Cernobbio sulla Statale Regina. Il Giro fu poi sospeso nella notte per cinque ore a causa dei violenti temporali per poi ripartire domenica mattina da Como seguendo il percorso originario. Alla fine il Giro fu di 234 km con 10.600 m di dislivello positivo.

Per maggiori info:

 

 

Pubblicato in: Sport, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti