MUORE SUL TRENO, CANCELLATO IL LECCO-BERGAMO DELLE 07:03

CALOLZIOCORTE – Intervento purtroppo inutile da parte del 118 a seguito di un malore rivelatosi fatale che ha stroncato un passeggero sul convoglio delle 7:03 che da Lecco stava viaggiando verso Bergamo. Si trattava di un uomo di 69 anni, immediatamente soccorso dagli altri passeggeri e dal 118 di Calolziocorte – località dove si è fermato il treno.

Malgrado i tentativi protratti per oltre mezz’ora, non è stato possibile rianimarlo. Intervenuta sul posto anche la Polizia Ferroviaria; a breve, dopo l’autorizzazione del giudice, il corpo verrá rimossso. Il treno, dopo aver subito dei ritardi è stato soppresso e le centinaia di passeggeri hanno utilizzato il treno successivo delle 8:22 per proseguire.

Di seguito gli appunti di un nostro lettore, sul treno al momento del dramma:
Salito a Lecco ha avuto il primi sintomi di malore subito dopo la stazione di Vercurago. Alcuni passeggeri seduti nelle vicinanze nella stessa carrozza al momento occupata da 10/12 persone hanno subito colto la gravità della situzione. Alcuni di essi hanno allarmato immediatamente il capotreno, altri hanno avvertito il 112.

Giunti alla stazione di Calolziocorte è arrivata immediatamente l’ambulanza del vicino Posto di guardia dei Volontari della Val San Martino e successivamente un’automedica. Defibrillatore e intervento sanitario non hanno però rianimato l’uomo. Si è protratto per oltre mezz’ora l’intervento delle squadre di soccorso.

L’impressione ai più è che nulla di meglio si potesse fare prestare più efficacemente soccorso all’uomo. essendo stato tempestivo l’allarme e l’arrivo dei primi soccorsi.  Dopodichè non è restato altro che costatarne il decesso e chiamare la Polizia Ferroviaria per le pratiche di rito e la comunicazione al magistrato.

Diversi passeggeri, compostamente, erano visibilmente provati dalla disgrazia.

 

 

 

 

Pubblicato in: Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati