IL “CONSIGLIO POLANO”
SI INSEDIA IN PROVINCIA.
PRESTO DELEGHE E POI STATUTO

consiglio provincia PolanoLECCO – Insediatosi a villa Locatelli il nuovo consiglio provinciale guidato da Flavio Polano, sindaco di Malgrate. Dodici i consiglieri che lo affiancheranno nell’ente che si presenta nella nuova veste disegnata dal ministro Delrio; al Partito democratico la maggioranza, con 8 consiglieri (e il presidente), due rappresentati ciascuno per Nuovo centro destra e Lega nord.

Il giuramento di Flavio Polano e la convalida degli eletti hanno inaugurato la prima assemblea del nuovo ciclo. Le elezioni, non a suffragio universale ma riservate ai rappresentanti dei cittadini nei comuni, hanno riconfermato i consiglieri Pd uscenti Rocco Cardamone, Fabio Crimella, Anna Mazzoleni e Ugo Panzeri.

Entra in consiglio, ma in minoranza, anche il vice dell’ex presidente Daniele Nava nonché presidente uscente Stefano Simonetti (Ln). Si affacciano a una nuova esperienza politica gli altri consiglieri Pd: Sergio Brambilla, Bruno Crippa e Marinella Maldini e Giuseppe Scaccabarozzi. Al debutto in provincia anche Elena Zambetti (Ln) e i due membri Ncd Matteo Canali e Alfredo Casaletto.

Il presidente Polani non ha ancora sciolto il riserbo sulle deleghe, che saranno affidate a consiglieri senza firma e senza portafoglio (scompare dunque la figura dell’assessore), mentre ha nominato Giuseppe Scaccabarozzi suo vice.

Insediati i neoeletti e scambiati gli auguri di rito, Flavio Polano ha dettato i tempi per riscrivere statuto e regolamento dell’ente pubblico, passaggio necessario per recepire la riforma. Entro Natale dunque la provincia avrà la propria carta di riferimento con la quale affrontare le competenze usuali, strade e scuole su tutto, almeno fino a che non arriveranno nuovi indirizzi ministeriali e regionali.

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Ballabio, Valsassina, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati