IL CSI DI LECCO ALLE URNE:
LE PROPOSTE DEI CANDIDATI
ALLA PRESIDENZA DEL COMITATO

Ennio Airoldi foto 4

LECCO – Sabato prossimo a Bevera l’assemblea annuale del Csi di Lecco eleggerà il nuovo presidente che guiderà il comitato lecchese  per i prossimi quattro anni. Due i candidati alla massima carica provinciale: Ennio Airoldi con la lista Insieme sui percorsi dello sport e Nino Bevacqua a capo di Gettiamo le basi per un Comitato forte.

Nello specifico la lista Insieme sui percorsi dello sport che candida Ennio Airoldi alla presidenza del Csi di Lecco punta ad un servizio di coordinamento della squadra del comitato che sarà composta da persone capaci e motivate, tra queste Carlo Isacchi presidente uscente. Airoldi parla di “percorsi dello sport” come uno strumento per dire tutti i giorni un “sì di servizio alle 180 società sportive affiliati al Csi Lecco, vere e proprie locande nelle quali figure educative importanti come allenatori e dirigenti si spendono senza risparmio per favorire attraverso lo sport la formazione umana, cristiana e sportiva dei più giovani”.

Ennio Airoldi si dice disposto ad ascoltare tutti e camminare insieme a ciascuno dei tesserati, facendolo “umilmente, perché solo così sarà possibile arricchirsi e servirsi a vicenda, in quell’ascolto ed in quel confronto che aiutano la progettualità”. Nel programma della sua lista Sui percorsi dello sport “dare continuità, infondere qualità e modellare nuove forme di attività sportiva e polisportiva, principi fondanti del essere Csi portando il più possibile sul territorio occasioni di formazione, esperienze privilegiate per la crescita tecnica ed associativa degli educatori sportivi, allenatori e dirigenti insieme agli operatori del territorio con gli oratori e negli oratori”.

Airoldi chiama anche a fare rete con i media lecchesi ed insieme a loro dare voce e testimonianza dell’impegno sportivo del comitato Csi.

Nino Bevacqua

Nino Bevacqua, candidato della lista  Gettiamo le basi per un Comitato forte parla di guardare negli occhi il futuro e cercare risposte. “Chi si spende nella società sportiva sa porsi giuste ed opportune domande. Come sarà il prossimo quadriennio? Quali programmi? Quali scelte? Quale squadra? Quali persone?”.

Per Nino Bevacqua esiste un’unica strada percorribile ed è quella del rinnovamento nella continuità. “Cambiare tutto a tutti i costi sarebbe un errore imperdonabile” spiega Bevacqua che parla di cose che non hanno funzionato in questi anni affermando che “al termine di un mandato ed all’inizio di un altro le cose non possono rimanere sempre uguali. Servono nuovi entusiasmi, nuove energie, nuove idee capaci di aiutare il Comitato a crescere. Per costruire un futuro solido e significativo sono indispensabili alcune condizioni come la consapevolezza che dirigere il comitato Csi di Lecco è una grande responsabilità. Siamo chiamati a dare testimonianza del nostro essere dirigenti. Lavoriamo insieme , nella diversità e nel confronto, nel rispetto e nella correttezza per costruire un Comitato forte” commenta Bevacqua.

“Ci vuole una grande onestà intellettuale, capace di riconoscere e valorizzare il bello fatto e di mettere mano a ciò che non funziona”. Per finire, Bevacqua parla del futuro del Csi Lecco che dovrà essere scritto insieme ad un’azione di ascolto e di confronto per un futuro ricco di idee: “Chiunque sarà chiamato a guidare il Comitato da solo non potrà farcela. Insieme forse si. E insieme vuol dire sostenersi, correggersi, incoraggiarsi, confrontarsi liberamente, camminare nella stessa direzione”.

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati