IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE?
IL 2017 DI LAVORO DI BRIVIO
INIZIA DA DIRIGENTI E BIONE

Brivio bis giunta 2 grandeLECCO – Il meglio deve ancora venire? Sicuramente il 2017 di Virginio Brivio sarà non poco leggero. In primis, in agenda, ci sono due questioni importanti: riorganizzazione in Comune e questione Bione. La prima è imminente. Dall’estate 2015, con la riconferma alle elezioni, il primo cittadino (insieme all’assessore al Personale Corrado Valsecchi) ha cercato di ristrutturare la macchina comunale con nuovi dirigenti. Proprio il leader di Appello per Lecco ha dichiarato di volere manager capaci di far lavorare i dipendenti, cercando di velocizzare la burocrazia, ma ora – dopo un anno e mezzo – è ancora tutto da rifare.

Perché ora la situazione è davvero critica: prima il pensionamento di Giovanna Esposito alla Cultura in estate, e il conseguente rifiuto di Luigi De Ciuceis, poi il trasferimento di Enrico Pecoroni (Programmazione finanziaria) prima di Natale e, in ultimo, l’abbandono di Maria Lombardi (Risorse umane) proprio a San Silvestro. Su sette aree che compongono il Comune ci sono solamente quattro dirigenti. Per ora. Perché a marzo pare che un altro manager sia pronto a trasferirsi, mentre in estate il segretario generale Michele Luccisano maturerà i requisiti per andare in pensione. Due bandi per l’ingaggio di altrettanti dirigenti (Cultura e Programmazione finanziaria) sono già pubblicati e scadono verso la fine di gennaio. Ma Palazzo Bovara ora deve anche trovare gli altri uomini chiave per poter rimpiazzare chi è già con la valigia in mano. Che dovrà obbligatoriamente avvenire in maniera più veloce rispetto al passato.

Anche la questione del centro sportivo Bione è in cima alla lista delle cose da sistemare. Un accordo trovato al fotofinish con la società Sport management ha permesso alla struttura di rimanere aperta fino all’estate. Ora però serve trovare in fretta un gestore che riqualifichi il centro, per anni bistrattato proprio da Palazzo Bovara. Entrambi i temi sono al primo posto nell’agenda di Brivio, che ha però bisogno anche degli assessori competenti, ovvero il già citato Valsecchi e Stefano Gheza (Sport). A patto che i rallentamenti subiti finora non li abbiano scoraggiati.

F. L.

 

 

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati