AL POLITECNICO DI LECCO 19 NUOVI LABORATORI DI RICERCA

Laboratorio politecnicoLECCO – Il Politecnico di Lecco apre nuovi laboratori. Al nuovo campus di via Previati hanno aperto ieri le aule dove lavoreranno i ricercatori che transiteranno sul Lario. Per il corso di Ingegneria industriale, meccanica e bioingegneria ci saranno cinque nuovi laboratori, altrettanti per Ingegneria civile – edilizia e recupero architettonico, due per la Nautica, uno per Elettronica e telecomunicazioni, Fisica applicata, Prototipazione rapida e stampa e 3D, oltre a quattro centri di competenza non strutturali. In tutto 19 nuovi laboratori per migliorare la ricerca.

Presenti all’evento tutti gli attori che, a vario titolo, hanno sostenuto e accompagnato il Politecnico di Milano in questo percorso di crescita, progettazione e investimento. Un percorso che ha permesso lo sviluppo di laboratori di ricerca affini alle caratteristiche produttive del territorio e il lancio di tematiche scientifiche innovative per lo sviluppo di nuove competenze: dall’energia alla sostenibilità, dalla nautica alla riabilitazione, dalla meccatronica alla bioingegneria.

Partendo da queste premesse la sfida per i prossimi anni sarà sfruttare l’eccezionale opportunità offerta da un centro di ricerca all’avanguardia, trasformando la presenza a Lecco dell’Ateneo milanese e del Consiglio Nazionale delle Ricerche in un concreto sostegno alla competitività delle imprese del territorio, attraverso relazioni sempre più coordinate e sinergiche.

Laboratorio politecnico 2Accanto ai partner finanziari dell’intero intervento relativo alla realizzazione del Campus – Regione Lombardia, MIUR, Camera di Commercio di Lecco, Fondazione Cariplo e Univerlecco – Deutsche Bank, Comune di Lecco e Camera di Commercio di Lecco hanno scelto di sostenere a fine 2011, con un finanziamento pari a circa un milione di euro, la ricerca presso il nuovo Campus di Lecco del Politecnico di Milano, nell’ottica di intensificare i processi di trasferimento di conoscenze e competenze e la massimizzazione delle ricadute sulle aziende.

Il “Sistema Lecco”, grazie a una lungimirante politica di insediamenti strutturali che si sono concretizzati nella presenza ultra-ventennale del Politecnico di Milano e del CNR in città, ha dimostrato che fare squadra è possibile e che “insieme”, perseguendo obiettivi comuni, si possono raggiungere risultati importanti.

“La stretta collaborazione tra Università, Enti e Istituzioni territoriali è la chiave di volta per valorizzare il nostro territorio; l’impegno del Politecnico è quello di rendere il nuovo campus un luogo privilegiato di dialogo con la città e il suo tessuto imprenditoriale, con l’obiettivo di divulgare il patrimonio di competenze e conoscenze sviluppate dalla ricerca universitaria e di renderlo disponibile nelle forme più adatte per suscitare l’interesse e il coinvolgimento del mondo produttivo” commenta il prorettore Marco Bocciolone.

“In particolare, la decisione del Comune di Lecco e di Deutsche Bank di sostenere la ricerca nel nuovo Campus rappresenta un forte segnale e un’ulteriore conferma della vicinanza del territorio – aggiunge Bocciolone – motivo per il quale sono personalmente grato e fiducioso per il futuro sviluppo del Politecnico a Lecco, un luogo fecondo dove condivisione e lungimiranza ci hanno sempre consentito di portare avanti progetti ambiziosi dall’alto valore aggiunto”.

Le strategie di crescita legate a questo imponente intervento edilizio richiedono un percorso di medio lungo termine atto a incentivare la collaborazione tra ricerca e imprese nella convinzione che la buona ricerca – di base o privata – ha sempre ricadute positive in termini economici e di innovazione.

Laboratori politecnico 3Nell’ottica di dare risposte concrete al tessuto produttivo investendo in ricerca scientifica, sia tramite commesse dirette che attraverso progetti finanziati, si è già riusciti a mettere in moto azioni di Sistema che hanno portato al consolidamento delle eccellenze presenti sul territorio in diversi settori.

“Siamo molto lieti e onorati di essere qui oggi – dichiara Marcello Sponsiello, Responsabile area nord della rete sportelli di Deutsche Bank – per celebrare i risultati di questo progetto ambizioso e lodevole, promosso dal Politecnico di Milano, e in cui abbiamo creduto fin da subito, rappresentando la sintesi degli obiettivi e della missione che Deutsche Bank persegue nei territori in cui opera. La banca, infatti, promuove, da sempre e a livello globale, il supporto alla crescita e all’affermazione dei giovani talenti, così come alla formazione e allo sviluppo delle comunità in cui è presente. Il progetto del Politecnico incorpora tutto questo, oltre a essere collocato in una delle aree per noi più strategiche e rilevanti. Giovani, innovazione, ricerca, formazione: è da qui che per noi passa lo sviluppo del territorio e del nostro Paese. Ed è qui che Deutsche Bank vuole dare il proprio contributo, accanto a partner di assoluto prestigio come il Politecnico di Milano”.

“Per Lecco e il suo territorio, caratterizzato da una densità manifatturiera fra le più alte del mondo, il rapporto fra la ricerca e le imprese è essenziale per dare concretezza all’innovazione e aiutare le aziende nella quotidiana sfida della competizione internazionale” aggiunge il sindaco di Lecco Virginio Brivio.

“Per facilitare questo dialogo vitale e costruire un’osmosi con vantaggi reciproci, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di concretizzare il proprio ruolo con un finanziamento specifico al Polo di Lecco del Politecnico di € 500.000 finalizzato all’acquisto di apparecchiature per i laboratori e strumentazione relativa. Finanziamento ulteriore è stato previsto anche per la sede di Lecco del C.N.R.”

“L’inaugurazione dei laboratori – ribadisce il sindaco – è un importante momento di condivisione con la città di strategie e progettualità a favore della crescita comune che si poggia su tre pilastri: facilitare l’innovazione, assicurarsi talenti e risorse umane d’eccellenza e migliorare il clima imprenditoriale e di business”.

“Con l’inaugurazione dei Laboratori del Campus, sono lieto di assistere ad un ulteriore importante passo in avanti verso la competitività del Territorio Lecchese, che certamente è incrementata attraverso ricerca, innovazione e l’alta formazione” commenta il presidente della Camera di Commercio e Univerlecco Vico Valassi.

“La presenza di laboratori orientati alle esigenze del territorio, ma caratterizzati da unicità ed eccellenza tecnico-scientifica, sono un tassello importante per rendere attrattivo il nostro territorio. La visibilità e l’attrattività internazionale (di studenti, ricercatori ed eventualmente di investimenti, oltre che di clienti/partner per le nostre imprese) sono un elemento chiave che deve essere sempre messo al centro dell’attenzione.”

“Mi felicito quindi dell’approccio di Deutsche Bank – conclude il presidente Valassi – e spero che vorrà proseguire l’azione di sostegno dell’attrattività territoriale, in termini di ricerca e formazione di giovani talenti, siano essi ricercatori o studenti. Questo anche nella prospettiva di garantire alle imprese del territorio una continuità e sempre maggiore collaborazione.”

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati