NUOVA RUBRICA: IN CAMPER
ALLA SCOPERTA DI LAGO E MONTI

CAMPER IN VALLE BELLABELLANO – Prende il via questa settimana una nuova rubrica dedicata al mondo dei camperisti. La nostra esperta del settore Vera Gianoncelli ci porterà da qui a settembre a scoprire una serie di località tra il Lago di Como e le montagne che lo circondano, con delle utili mini-guide ricolte proprio a chi possiede o prende in affitto un camper.

Cominciamo da uno dei centri più interessanti del ramo Est del Lario: Bellano.

IN CAMPER ALL’ORRIDO DI BELLANO

Sulla sponda orientale del lago di Como, incastonato tra lo specchio d’acqua e la montagna retrostante, si trova Bellano, un bel paesino celebre anche per il suo orrido, una strettissima gola scavata dal torrente Pioverna.

È una meta piacevole per un weekend in camper alla scoperta dei borghi più autentici del lago di Como oppure può rappresentare la sosta ideale mentre si percorre la superstrada che da Lecco porta in Valtellina.

Lasciato il camper presso il parcheggio della stazione, in posizione strategica sia per visitare l’orrido che per il centro del paese, ci si addentra tra i vicoli stretti del borgo storico.

Sembra quasi di entrare in un labirinto di viuzze pedonali che ogni tanto sbuca su una piccola piazza adornata da vecchie case e negozietti di una volta: alimentari, drogheria e fruttivendolo.

Usciti dal dedalo di vicoli, si arriva sul lungolago con un bell’imbarcadero che ospita le tipiche “lucie”, le “gondole” del lago di Como con cui appunto Lucia dei Promessi Sposi scappò. Qui si può fare una passeggiata fino ad arrivare al Lido dove si trova un vero e proprio “bagno” con tanto di spiaggia, ombrelloni, lettini e piscina riscaldata per trascorrere i giorni dell’estate lariana.

Una sosta in una trattoria tipica del lago è dovuta: qui si degustano i famosi “misultitt”, gli agoni essiccati, e il risotto con i filetti di pesce persico.

Ritornando sui propri passi, ci si lascia alle spalle il lago per arrivare nella piazza della chiesa di Santa Marta con facciata a bande bianche e nere e un grande rosone in terracotta in stile tardoromanico.

Da qui parte una scalinata che porta al famoso orrido di Bellano. Pagato il biglietto d’ingresso, si supera un ponte in ferro che sovrasta le spumeggianti acque del torrente e gli enormi tubi della centrale idroelettrica adiacente che dà energia a tutto il paese.

Ci si addentra poi nel canyon, profondo circa 20 metri, camminando su passerelle in legno sospese, a tratti scivolose per via degli spruzzi.

http://www.valsassinanews.com/image/original/5145.jpgSi entra così nel cuore della stretta gola, scavata nei secoli dalle acque del fiume Pioverna tra il paese di Taceno in Valsassina e Bellano; è la natura che fa da padrona: ci sono solo marmitte, cavità, cascate, anfratti e vegetazione lussureggiante. In fondo al canyon appare improvvisamente una cascata che esce letteralmente da un buco nella roccia, talmente perfetto che sembra fatto da mano umana, ma non è così. È tutto naturale. Una scalinata riporta alla luce del sole per ammirare l’orrido dall’alto e il panorama circostante fatto di tetti rossi e di blu del lago. Lo sguardo si sofferma su una casa con torre esagonale, un po’ malandata ma affascinante: è la Casa del Diavolo. Il nome le si addice davvero visto che sulla facciata si può notare un affresco di un demone armato di forcone e di uno strano volatile incoronato. Il personale alla biglietteria dice che la leggenda narra che al suo interno si svolgessero feste licenziose…

Si lascia l’orrido e il paese di Bellano portando con sé il ricordo di una natura sovrana, avvolta da un’aura misteriosa.

———————————————————–

Dove: Bellano (LC)
Quando: tutto l’anno

Come si arriva:
Strada statale 36 del Lago di Como e dello Spluga, continuare poi sulla superstrada a due corsie Lecco-Colico, uscita Varenna-Perledo-Bellano, seguire poi le indicazioni per il centro.

Dove sostare:
A Bellano non c’è un’area attrezzata per camper, ma si può sostare, per il giorno e la notte, nel parcheggio della stazione FS del paese, sulla tratta ferroviaria Milano-Lecco-Sondrio-Tirano, a due minuti a piedi dal centro e dal lago. Il parcheggio dispone di servizi igienici aperti durante le ore diurne. Se volete fermarvi sul lungolago fate attenzione ai cartelli stradali, in quanto alcuni parcheggi sono vietati ai camper. Un’area attrezzata si trova a Sorico (CO), a 24 km, presso il campeggio Au Lac de Como in via C. Battisti 18 Tel. 335 216421 – www.aulacdecomo.nl N 46° 10′ 14,040” E 9° 22′ 44,890′.


Indirizzi utili:

Comune di Bellano
www.comune.bellano.lc.it Tel. 0341 821124

Ufficio Turistico
Via Vittorio Veneto, 23 Bellano (LC) Tel. 0341 821124

Apertura orrido: www.comune.bellano.lc.it/docinf.jhtml?param1_1=N109e3912cd4e8b59a85

Vera Gianoncelli 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati