“IN CUCINA OGGI C’E’…”
GLI OSEI SCAMPAI

Osei Scampai CopertinaLECCO – Gli uccelletti scappati (Osei scampai in dialetto) sono un secondo di carne di origine antica, molto diffuso in varie regioni d’Italia con piccole varianti a seconda del luogo. Nel passato si usava arrostire sugli spiedi gli uccelli cacciati, ma in tempi di magra si sostituirono i volatili con degli involtini di carne che li ricordavano: gli uccelli in quel caso erano ironicamente scappati.

Ingredienti
Carne di suino fettine di lonza 300 gr (12 fette)
Speck o prosciutto crudo 12 fette
** Pancetta 12 fette
Latteria o Emmentaler
Burro 35 g
Vino bianco q.b.
Pepe q.b.
Sale 1 pizzico

Preparazione
Battete le fettine di carne per renderle sottili (per non sfibrare la carne ponete le fettine su un foglio di carta forno e ripiegate il foglio prima di battete con il batticarne). Salate e pepate la carne (Fig.1). Ponendo su ogni fetta la fetta di speck (o crudo) e la fetta di formaggio (Fig.2-3). Avvolgete le fettine di carne in modo da formare un involtino e fermatele con uno stuzzicadenti (Fig.4), se volete potete infilare 4 involtini così ottenuti in uno spiedino per ottenere l’effetto “uccelletti”. Io solitamente per non creare troppe complicazioni a chi li mangia e per farli cuocere meglio li lascio singoli.

** Una variante può essere fatta avvolgendo ulteriormente il tutto in una fetta sottile di pancetta che si ammorbidirà in cottura.
Preparate, procedendo in questo modo, i 12 involtini.

In un tegame piuttosto largo fate sciogliere il burro a fiamma lenta. Aggiungete gli uccelletti e fateli rosolare a fuoco dolce su entrambi i lati (Fig.4).

Quando saranno belli rossi, aggiungete il pepe macinato e spruzzateli con il vino bianco. Fate cuocere gli uccelletti scappati per circa 20 minuti totali, aggiungendo, se necessario perché troppo asciutti, un poco di acqua calda o brodo bollente.

Non importa se del formaggio fuso fuoriuscirà dall’involtino, anzi, contribuirà a rendere il tutto ancora più cremoso ed appetitoso!
Servite immediatamente accompagnando gli uccelletti scappati con della tradizionale polenta fumante oppure con del purè di patate (Fig.6).

Osei Scampai TotaleF.V.

 

 

Pubblicato in: News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati