INCENDIO DI VIA GIUSTI,
ASSEGNATI GLI ALLOGGI
ALLE FAMIGLIE SFOLLATE

INCENDIO LC2LECCO – Nella notte tra lunedì 20 e martedì 21 ottobre, come noto si è sprigionato un incendio in un appartamento al primo piano della palazzina Aler di via Giusti, 17, a Germanedo.

Le fiamme, che non hanno provocato danni ad alcun inquilino, sono presumibilmente riconducibili al cortocircuito di un elettrodomestico presente nella cucina dell’appartamento al primo piano e hanno coinvolto due nuclei familiari (il primo – da dove si sono sprigionate le fiamme – composto da
mamma e figlio, il secondo, da madre, padre e tre figli).

Il presidente di Aler Lecco, Luigi Mendolicchio, è intervenuto sul posto per incontrare gli inquilini coinvolti e dopo un primo sopralluogo, ha garantito un intervento immediato e risolutivo per tutte le famiglie. I tecnici Aler di Lecco, hanno quindi ripristinato nello stesso giorno, la parte impiantistica ed elettrica delle parti comuni e dato incarico ad una impresa di sgomberare i mobili e le suppellettili andati a fuoco all’interno dell’appartamento del primo piano, maggiormente rovinato dalle fiamme.

I danni causati dall’incendio ammontano a circa 40mila euro, perché tengono conto della necessità di intervenire a livello strutturale: le fiamme hanno infatti coinvolto il solaio del secondo piano e a seguito della temperatura elevata, hanno provocato uno sfondellamento.

L’Aler di Lecco non ha però perso tempo; entro venerdì 24 l’appartamento al secondo piano dello stabile di via Giusti sarà agibile e pronto per essere riconsegnato alla famiglia composta da padre, madre e tre figli.  Per le opere che riguardano l’appartamento al primo piano sono invece previsti, una volta trovato l’accordo con i periti dell’assicurazione che Aler ha provveduto a contattare, tre mesi di lavori per la riqualifica degli ambienti. Aler ha da subito messo a disposizione di madre e figlio, affittuari dell’appartamento coinvolto dalle fiamme, un nuovo alloggio in via Campanella, di analoghe dimensioni, di proprietà del Comune e in gestione ad Aler, ristrutturato 20 giorni fa grazie ai fondi regionali di recupero alloggi di risulta.

 

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati