INCONTRO COE: “I PROFUGHI
NON RIMANGONO IN ITALIA,
LA LORO META E’ ALTROVE”

coe immigrati api (4)LECCO – “L’Italia non è più la meta ambita dai profughi, in particolare siriani”.

A dirlo è Luciano Gualzetti, vice direttore della Caritas Ambrosiana, intervenuto nel corso dell’incontro promosso venerdì 23 gennaio presso la sala conferenze dell’Api.

Immigrati, rifugiati, senza tetto. Le nuove periferie umane e urbane” è il titolo dell’iniziativa che rientra nell’ambito del percorso culturale formativo del Decanato di Lecco 2014/2015 “Una sola famiglia umana cibo per tutti”. Gualzetti ha poi sottolineato le difficoltà vissute lo scorso anno dal nostro paese nell’accoglienza ai profughi e l’impegno profuso dalla Caritas:”La gestione delle emergenze è sempre stata confusa”.

E poi un accenno all’identikit degli immigrati di oggi che, come ha sottolineato, spesso e volentieri usano l’Italia come punto di appoggio per poi voler raggiungere altri paesi.

coe immigrati api (17)E’ toccato, poi, ad Antonio Mumolo, presidente dell’Associazione Avvocato di Strada e consigliere della Regione Emilia-Romagna:”La nostra associazione si è formata 14 anni fa – ha detto – all’epoca eravamo in due, oggi solo a Bologna siamo oltre 60 e in Italia più di 700.Ogni anno aiutiamo centinaia di persone che non possono difendere i propri diritti. Siamo il più grande studio legale che non fattura niente – ha scherzato –“. Ogni anno l’associazione stila un rapporto:”Durante l’anno 2013 sono state aperte dai volontari dell’Associazione nazionale Avvocato di strada 2718 pratiche in tutto il territorio, in crescita rispetto al 2012 quando se ne erano aperte 2575”. Mumolo ha poi descritto le caratteristiche dei suoi “clienti”:”La tipologia delle persone che vivono in strada è molto cambiata negli anni: prima si trattava di poveri con anche altri problemi legati alla tossicodipendenza e all’alcolismo, oggi troviamo anche molte persone “comuni””.

A moderare la serata promossa dal COE in collaborazione con Caritas Ambrosiana e Noi tutti Migranti, con il patrocinio di Comune di Lecco e ISMU, e anche con la presenza di API Lecco, Almaghrebia Onlus e Punto Einaudi Lecco, è stata chiamata Chiara Zappa, giornalista, redattore di “Mondo e Missione”, collabora con “Avvenire” e “D” di Repubblica.

Tra i relatori era presente anche Egidio Riva, docente di Società, differenze e disuguaglianze, Facoltà di Scienze politiche e sociali, Università Cattolica di Milano che ha spiegato al numeroso pubblico in sala i cambiamenti che sono intercorsi nella nostra società dal punto di vista sociologico.

Il prossimo appuntamento del percorso culturale formativo del Decanato di Lecco 2014/2015 si terrà domenica 15 febbraio alle ore 9.30 a Barzio presso l’Associazione Centro Orientamento Educativo.

E.P.

Pubblicato in: Cultura, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati