INSOSTENIBILI CAMPAGNE D’ODIO.
IL PD DI LECCO SI SCHIERA
CON I GIOVANI E LECCOAPERTA

PD lecco logoLECCO – In vista di nuovi arrivi e rispondendo a quel senso di umanità che anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha voluto riaffermare con forza, il Partito Democratico lecchese, in sintonia con la newsletter “Lecco Aperta” inaugurata ieri dalla Federazione Provinciale lecchese, vuole ribadire la propria posizione e il proprio ruolo nella gestione della vicenda. Con un comunicato il partito del sindaco di Lecco si rivolge dunque ai cittadini lecchesi sulla situazione dell’accoglienza dei migranti in città.

Amarezza e preoccupazione per le parole che si leggono e per le menzogne spacciate per verità in merito alla questione dei profughi ospitati in strutture temporanee a Lecco: amarezza per quanti speculano su una situazione emergenziale soffiando sul fuoco della paura e della guerra tra poveri; preoccupazione per le minacce, le espressioni razziste e gli inviti alla violenza nei confronti di queste persone che circolano da tempo sui siti d’informazione locale. Come Partito Democratico lecchese vogliamo, pertanto, condannare queste tipologie di comportamenti e ristabilire dei principi di giustizia rispetto a una situazione che è stata esasperata fino al limite. 

La nostra presenza sul campo e nel merito dell’emergenza si è fatta sentire fin da subito, a partire dal luglio scorso quando alcune persone vennero ospitate nella palestra di Maggianico: in quell’occasione i nostri Consiglieri comunali verificarono, in diverse occasioni, le condizioni igieniche e di sicurezza. «Abbiamo ascoltato alcuni di loro che con un sorriso disarmante ci hanno raccontato la loro odissea che li ha portati sin qua – ricordano i Consiglieri –. Sono venuti in Italia dopo un lungo e rischioso viaggio, scappati da guerre o altre situazioni drammatiche». La stessa attenzione è stata posta nel mese di agosto con l’arrivo di nuovi richiedenti asilo stabiliti al Bione: anche in questo caso i nostri Consiglieri comunali hanno potuto visitare la struttura. «Un’emergenza gestita con competenza e organizzazione – affermano i Consiglieri PD -. I ragazzi ospitati al campo hanno l’essenziale e vivono in condizioni decorose e salubri; problemi di ordine pubblico non ce ne sono e le persone continuano a usufruire tranquillamente della pista ciclabile che affianca la zona del Bione. Abbiamo anche potuto parlare con alcuni di loro: qualcuno ha raccontato di provenire dalla Libia, dove la situazione è terribile. Molti hanno detto che Lecco è bella e che vorrebbero semplicemente ricostruirsi una vita serena».

Una situazione, pertanto, come dichiarato anche dal Sindaco Virginio Brivio, che non era prevedibile, di portata eccezionale e per la quale è auspicabile una soluzione consona e risolutiva in tempi brevi ma che è stata e che viene gestita egregiamente dalle diverse figure coinvolte (le Istituzioni, le associazioni, i volontari) e che si allontana decisamente dai proclami d’invasione e di terrore diffusi e dalle immagini distorte dalla realtà.

Nelle prossime settimane il Partito Democratico di Lecco, attraverso i suoi rappresentanti nelle Istituzioni, continuerà a informare e a tenere alta l’attenzione su questa situazione emergenziale di ospitalità cui la città Lecco, nella sua maggioranza, sta rispondendo con grande civiltà dimostrando un senso di solidarietà e accoglienza che da sempre la contraddistingue.

Ci uniamo, quindi, all’appello dei Giovani Democratici: prima di tutto, RESTIAMO UMANI!

PD città di Lecco

 

LEGGI ANCHE:

facebook
SFOGHI IN RETE SUI MIGRANTI. 

PER I GD “ODIO E INTOLLERANZA
NON VINCERANNO SULL’UMANITÀ”

 

forum immigrazione pd leccoaperta2
IL FORUM IMMIGRAZIONE PD 

LANCIA LECCOAPERTA. UN FOGLIO 
PER PROVOCARE L’INTELLIGENZA

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: politica, Immigrazione, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati